Ultime

DEDALOMULTIMEDIA

Domenica, 04 Dicembre 2022

1000X200px SUPERSTORE IPERSTORE 23 SETTEMBRE 3 OTTOBRE

 

Precipitazioni e panico nella Sicilia orientale e soprattutto nel Messinese. Crolli, frane, allagamenti e persone intrappolate nellealluvione messina 4 auto sommerse dall’acqua che non hanno risparmiato neppure un centro commerciale.  Notte di paura e di interventi abbastanza particolari da parte del Vigili del Fuoco.

A Terme Vigliatore a causa del nubifragio che nel pomeriggio di ieri si è abbattuto nel Messinese è crollata, in serata, la rampa di accesso al ponte sul torrente Mazzarrà che collega il lungomare della Marchesana a contrada Cannotta a Terme Vigliatore. Si è creata una grossa voragine ma il ponte non sarebbe crollato. Ilo stesso ponte era stato chiuso al transito prima del crollo.

Sulla strada statale 185 “di Sella Mandrazzi” il traffico per lungo tempo bloccato in entrambe le direzioni in località Novara di Sicilia, in provincia di Messina, a causa di una frana. Il personale e i tecnici Anas stanno lavorando per valutare la situazione.

I vigili del fuoco di Messina sono stati impegnati in una serie di interventi a causa delle abbondanti piogge cadute nella zona tirrenica, da Novara a Milazzo. Molte operazioni di soccorso a persone intrappolate nelle auto sommerse dall’acqua, bloccate in casa e in un centro commerciale. Rafforzato il dispositivo di soccorso provinciale, anche con l’invio di uomini dagli altri comandi della Sicilia orientale.

Nelle Eolie è tornato ad imperversare il maltempo. Dal pomeriggio di ieri, a causa del forte vento di scirocco, le isole non sono più raggiungibili, mentre le mareggiate stanno  flagellando le coste più esposte. La nave di linea  proveniente dalle isole minori, nonostante ben tre tentativi, sballottata dalla furia delle onde, non è riuscita ad approdare nel porto liparese di Sottomonastero. Passeggeri e mezzi sono stati portati a Milazzo. Da Milazzo non è partita neanche la nave serale. I collegamenti da Lipari della mattinata sono stati soppressi con considerevoli disagi.

I fenomeni temporaleschi  saranno accompagnati da precipitazioni di forte intensità, fulmini e forti raffiche di vento. Sulla base di quanto previsto  previsti e in atto, è stata valutata per la giornata di oggi, domenica 4 dicembre, allerta arancione su Puglia, allerta gialla su Calabria, settori di Sicilia, parte di Lazio, Campania e Puglia.

 

 

 

 

 

 

 

Commenta (0 Commenti)