Ultime
DEDALOMULTIMEDIA
09-12-19

 

Enna - Alluvioni 2019: Mutui sospesi per i comuni siciliani. Interessati anche i comuni dell'ennese

Enna - Alluvioni 2019: Mutui sospesi per i comuni siciliani. Interessati anche i comuni dell'ennese

  "La Presidenza del Consiglio dei Ministri ha firmato l'ordinanza contenente i primi interventi urgenti di protezione civile in conseguenza degli...

Enna - Nuova procedura per accedere alle prestazioni della Medicina Sportiva

Enna - Nuova procedura per accedere alle prestazioni della Medicina Sportiva

  L'ASP comunica che, dal 14 novembre 2019, le prestazioni di Medicina dello Sport sono prenotabili attraverso il CUP, Centro Unico...

Enna – Carabinieri: truffa di denaro ai danni di una donna e percosse ad un uomo per furto energia elettrica

   Enna – Carabinieri: truffa di denaro ai danni di una donna e percosse ad un uomo per furto energia elettrica

  Nel luglio scorso aveva conosciuto una donna della provincia ennese, presentandosi come maresciallo dei carabinieri. Con queste credenziali un trentunenne...

Enna – Acquaenna: Acquedotto Ancipa, sospensione erogazione idrica

Enna – Acquaenna: Acquedotto Ancipa, sospensione erogazione idrica

  Per consentire una serie di interventi di riparazione della condotta dell’acquedotto Ancipa, domani 10 dicembre dalle ore 08,00 e per...

Enna - Caro biglietti aerei in Sicilia, Franco Arena Ugcons:"Pronti a scendere in piazza"

Enna - Caro biglietti aerei in Sicilia, Franco Arena Ugcons:"Pronti a scendere in piazza"

"Contro il caro biglietti aerei in Sicilia siamo pronti a scendere in piazza.  Nelle prossime settimane saremo presenti nelle piazze delle principali città siciliane e negli scali aeroportuali di Catania e Palermo per manifestare il nostro sdegno. Ci saremo con tanti siciliani per rompere questo isolazionismo istituzionale imbarazzante". Lo dice Franco Arena, presidente dell'UGCONS Sicilia, l'associazione di consumatori dell'UGL. "Nonostante le nostre istanze per risolvere il problema dal governo nazionale non abbiamo avuto alcuna risposta. Questa latitanza dimostra ancora una volta il disinteresse delle istituzioni. Ma noi non ci rassegniamo e ci faremo ascoltare. È assurdo pensare che i siciliani debbano sopportare anche questa vessazione, arrivando a spendere fino a 200 euro per le tratte in entrata e uscita dalla Sicilia. Roma ci deve ascoltare. E deve intervenire per porre fine a questa speculazione delle compagnie aeree che non fa altro che ripercuotersi sui nostri concittadini". E aggiunge: "Avevamo chiesto una moratoria che interessasse la nostra Regione. Siamo disponibili a sederci a un tavolo per discutere tutte le soluzioni possibili. Ma restiamo fermi sul risultato da raggiungere".

giweather joomla module