Lo faccio io
DEDALOMULTIMEDIA
05-07-20

dunarea de jos 2020

 

La morte di due piante di Alloro, che abbellivano l’ingresso di casa mia, è stata l’occasione per scoprire albero alloroche i segreti dell’immortalità vegetale risiedono nella loro plasticità architetturale.

La struttura di questi alberelli si sussegue in capricciose architetture che ne costruiscono una sagoma originale, una forma, grazie alla quale ridaremo nuova vita alla pianta, concedendo alla stessa la possibilità di fare ugualmente bella mostra di sé. E’ come se la materia desiderasse animarsi ancora grazie al riuso.

Procuratevi della vernice ad acqua di colore chiaro, due grossi vasi, un po' di sassi, del polistirolo e del cartone. Per prima cosa pulite bene i rami e le radici degli alberelli con una vecchia spazzola, per togliere foglie secche e terriccio. Se necessario lavate le radici con acqua e lasciate asciugare.

Se il vaso è molto profondo come il mio, riempite il suo interno di polistirolo per fare volume e trattenere il tronco dell’Alloro che va posizionato al centro del vaso e assicurato bene affinché non barcolli.

Sovrapponete il cartoncino ritagliato di una sagoma equivalente alla circonferenza del vaso che, farà da coperchio al polistirolo, nonché, da base per i sassi che ricopriranno la base del tronco creando un gradevole effetto estetico. Il risultato ottenuto sarà il giusto compromesso tra interno ed esterno, potreste così collocare i vasi dentro casa, oppure, come nel mio caso, abbellire l’ingresso.

Con un pizzico di fantasia potreste anche appendere oggettini sui rami e cambiarli in base alle stagioni: piccoli fiori in Primavera, bocce colorate nel periodo natalizio e, nel mio caso, piccoli vasetti di vetro al cui interno inserisco candeline per illuminare le sere d’estate.

Create anche voi e buon lavoro!

Susanna Petronio

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.