Lo faccio io
DEDALOMULTIMEDIA
01-04-20

 

Acquistare oggetti di seconda mano non è solo una tendenza, ma qualcosa di necessario per un cambiamento mobile dipintoconsapevole. Incoraggiando il “riuso” riduciamo gli sprechi e l’inquinamento limitando l’impatto sull’ambiente. Inoltre il mercato dell’usato è accessibile e spesso possiamo trovare mobili di qualità che hanno solo bisogno di “rifarsi il trucco”. Il mobile che vi propongo è allegro come il Carnevale e ridipinto in stile schabby. Pulite accuratamente le superfici con acqua e aceto (dentro e fuori), lasciate asciugare e poi schermate con nastro adesivo maniglie e serrature. Dopo aver passato due mani di primer per il legno con intervalli di asciugatura, date una mano di marrone (rigorosamente smalti ad acqua), e poi strofinate con una candela i punti sporgenti e spigolosi (i punti di normale usura), dipingete poi con il verde. Se dopo la prima mano il risultato non vi soddisfa per via di colore troppo irregolare o trasparenze eccessive, proseguite con una seconda mano. Vi consiglio di usare il rullino perché lascia una stesura uniforme e senza sbavature. Con la carta vetrata fine strofinate con delicatezza sui punti incerati per far riemergere un po' di marrone sottostante. In ogni caso il mobile è pronto ma serve quel tocco allegro che lo faccia accendere e lo valorizzi. Ho scelto così di sbizzarrirmi con i colori acrilici e dare le sfumature più disparate passando dai toni caldi ai freddi e viceversa fino ad ottenere un risultato originale. Per fortuna il vecchio porta abiti ha trovato il posto d’onore all’ingresso di casa…perché non provi anche tu?

Susanna Petronio

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.