Ultima ora

DEDALOMULTIMEDIA

Venerdì, 01 Marzo 2024

 1000X200px SUPERSTORE IPERSTORE 27 FEBBRAIO 7 MARZO

Banner Dedalo 1000X200


 

Il Clan degli Attori, con la sua inarrestabile passione per la vita e il teatro, continua a illuminare il mondo attraverso il palcoscenico eclandestini1 le mura di luoghi significativi. Il Museo Regionale di Messina, un luogo intriso di memoria e incanto, diventa ancora una volta il palcoscenico perfetto per la rassegna "ClanDestini".

La collaborazione con il Direttore del Museo, Orazio Micali, si rinnova per il secondo anno consecutivo, testimoniando il successo e l'apprezzamento del pubblico nei confronti del progetto del Clan degli Attori. La rassegna, curata con attenzione e passione dai direttori artistici Giovanni Maria Currò e Mauro Failla, promette di regalare emozioni attraverso quattro spettacoli unici.

Gli spettacoli, selezionati con la stessa cura delle precedenti collaborazioni, offrono al pubblico una prospettiva su diversi momenti della storia artistica di Messina. Dal ricordo del terremoto alla rievocazione degli artisti dimenticati, il Clan degli Attori si propone di esplorare e reinterpretare la realtà attraverso la drammaturgia contemporanea.

Giovanni Maria Currò sottolinea il carattere magico del Museo, capace di sprigionare un'energia che il Clan trasforma in autentico teatro. La sfida di offrire spettacoli che entusiasmino il pubblico è accolta con entusiasmo, come afferma Mauro Failla, che auspica il gradimento del Clan Off Teatro e dei nuovi spettatori.

La rassegna si apre il 23 febbraio con "ITRIA" di Aurora Miriam Scala, un viaggio nella lotta sindacale ad Avola. Segue a marzo "SCIARA - Prima c'agghiorna", uno spettacolo tratto dal romanzo di Franco Blandi, che narra delle lotte dei contadini in Sicilia attraverso la storia intima di Francesca Serio. Aprile regala "NIUIORC NIUIORC" di Francesco Foti, un monologo coinvolgente sulla solitudine di un cinquantenne a New York. La rassegna si conclude a maggio con "LETIZIA FOREVER" di Rosario Palazzolo, uno spettacolo che intreccia la storia di una donna con la musica degli anni '80.

Il Clan degli Attori, con il suo impegno e la sua arte, si conferma punto di riferimento culturale, trasformando il Museo in un palcoscenico vibrante di emozioni e riflessioni sulla vita e sulla storia.

Commenti offerti da CComment