Università

DEDALOMULTIMEDIA

Sabato, 25 Giugno 2022

 

dunarea banner 2021

 

Sono aperte le candidature per il bando di selezione di 24 diplomati e laureati da inserire in tre percorsi di formazione gratuita sui temi dell'archeologia pubblica. Il bando, promosso nell'ambito del progetto "Archeologia Pubblica: Communauté, éducation, formation, économie et travail – CEFEL", è finanziato dal Programma di Cooperazione Transfrontaliera Italia-Tunisia 2014-2020.

Il progetto mira a promuovere la cooperazione tra la Sicilia e la Tunisia favorendo la creazione di programmi congiunti di formazione e di un'offerta di lavoro specializzata utilizzabile in entrambe le regioni e prevede un coordinamento tra le imprese operanti nel settore del turismo culturale, gli organismi di gestione dei siti culturali e la formazione professionale per rispondere sia alle esigenze di buona gestione dei beni culturali, sia alla creazione di posti di lavoro per i giovani.archeologia


I principali risultati del progetto sono:

  1. rafforzamento del partenariato e creazione di una piattaforma comune tra le strutture di formazione e le imprese;
  2. sviluppo di corsi di formazione professionale;
  3. creazione di microimprese nel settore della gestione dei beni culturali con nuovi prodotti e servizi.

Il bando si rivolge a giovani italiani residenti in Sicilia, con la partecipazione contestuale di altrettanti studenti tunisini, e prevede la partecipazione di docenti di rilievo internazionale italiani e tunisini e la realizzazione di stage e sperimentazioni sul campo, in Parchi e siti archeologici in Italia e Tunisia (Agrigento, Eraclea Minoa, Pupput e Carpis).

I corsi avranno inizio nel mese di gennaio 2022 e sono articolati in tre offerte formative:

  • specialisti in Archeologia Pubblica, Management dei Beni Culturali ed esperti nella Comunicazione dei Beni Culturali anche attraverso strumenti digitali e nuove tecnologie;
  • specialisti in Archeologia Pubblica, esperti nella cultura materiale con particolare riferimento alle produzioni ceramiche di età antica, in grado di comunicare le conoscenze anche attraverso nuove tecnologie sperimentali;
  • specialisti in Archeologia Pubblica, in grado di provvedere alla manutenzione e conservazione del patrimonio archeologico (intonaci e pitture murarie, mosaici, strutture murarie).

 

Scadenza domande: 21 gennaio 2022.

Per maggiori informazioni, visitare il sito https://www.italietunisie.eu/it/progetti/i-progetti/cefel/

 

 

Immagine tratta da https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/07/01/la-tecnologia-allavanguardia-fa-grande-larcheologia-moderna/5293057/

Commenti offerti da CComment