Sport

DEDALOMULTIMEDIA

Martedì, 28 Giugno 2022

 

dunarea banner 2021

 

Vittoria schiacciante quella ottenuta dalle lamborghini Huricane gt3  nella prima gara del campionato GT Endurance che si è svolta oggi sulla pista di Pergusa. La vittoria è andata all’equipaggio Basz-Hites-Michelotto davanti ai compagni di squadra Beretta-Liberati-Nemoto, mentre in terza posizione hanno concluso Moncini-Guidetti-Cabezas al volante dellagara endurance pergusa Honda NSX GT3 della Nova Race.Ai piedi del podio si sono classificati  Pijl-Guzman (Lamborghini Huracan GT3-ImpEriale Racing), davanti al terzo equipaggio VSR, Cola-Moulin, che hanno preceduto i leader della classe GT Cup, Coluccio-Mazzola al volante della Ferrari 488 Challenge. I portacolori Easy Race, sempre al comando nella classe riservata alle vetture in configurazione monomarca, hanno concluso  davanti alla vettura gemella della SR&R di Buttarelli-Cossu-Bacci, primi della GT Cup-AM. Nella GT3 AM sucecsso di Magnoni-Di Fabio (Honda NSXGT3-Nova Race). Nella prima prova del campionato Italiano sport prototipi, domina in gara 1,Giacomo Pollini, che parte in pole position e mantiene la testa della gara fino alla bandiera a scacchi, ma non senza emozioni. Suo anche il giro più veloce con 1’39.299. P2 per Matteo Roccadelli, che agguanta il podio con un guizzo sull’ultima curva. Roccadelli partiva dal fondo della griglia e si è reso autore di una rimonta spettacolare. Ad arrivare terzo è Davide Uboldi, che porta a casa l’ottimo risultato rimediando a una scivolata che lo costringe a lottare sul finale con Matteo Pollini. Proprio Matteo Pollini ottiene la P4 in una gara che rischiava di non vederlo al via dopo l’incidente di ieri sulla Schumacher, ma grazie al grande lavoro del team ha potuto essere della partita e ha portato a casa punti importanti. 5° è Andrea Mosca, vincitore di classe Master. In gara 2 arriva il trionfo di Davide Uboldi, sorpasso in staccata su Giacomo Pollini che fa alzare in piedi gli spettatori. Il bresciano ha un altro passo, come anche in gara 1 ottiene anche il punto in palio per il giro veloce, ma Uboldi deve battere l’avversario d’esperienza e lo fa in maniera magistrale. Ma la notizia piu' bella arriva dal 3 posto assoluto di Alessio Salvaggio, giovane pilota di casa, che conferma tutto il suo talento,partito dalla pole position, ha combattuto a lungo con i primi due classificati, ed ottiene la vittoria nella categoria under 25. Un risultato che proietta il giovane pilota del capoluogo nelle zone alte della classifica. Quarto posto per Medina seguito da Lazzaroni. Grande spettacolo anche nel campionato italiano autostoriche. Alla fine della 60' minuti di battaglia in pista i vincitori che ricevono gli onori sul podio sono: nel 1' Raggruppamento / Classe F/GTS 1600 la Lotus Elan di Richard Bateman; nel 1' Raggruppamento / Classe F/TC1600 arriva prima l'Alfa Romeo Giulia Sprint GTA di Francesco Pantaleo e Franco Mischis, seguita dalla GT di Santi De Filippis e Salvatore Salvino; nel 2' Raggruppamento / Classe G2/H1T2000 ancora Alfa Romeo, con le GT 2000 di Fausto Amendolaggine e Marco Milla, seguita da quella di Sergio Imbimbo e Massimo Lupoli; nel 2' Raggruppamento / Classe G2/H1 GTS+2500 arriva la Porsche Carrera RS di Domenico Guagliardo, seguita da quella di Giosuè Rizzuto; nel 2' Raggruppamento / Classe G2/H1 TC2000 vittoria all'Alfa Romeo GTAm di Davide Bertelli e Antonio Crescenti, poi quella di Fabio De Baumont in coppia con Blumax; nel 3' Raggruppamento / Classe H2/I-Sil + 2000 colgono un'altra vittoria i velocissimi Giovanni Gulinelli e Massimo Roncono con Porsche 930, poi la 911 SC di Marco Zorzi e Giovanni D'Ambrosio, quindi la BMW 635 csi di Gianluca Cecchini; a vincere il 3' Raggruppamento / Classe H2/I T2500 l'Alfetta GTV6 2.5 di Renato Gaiofatto e Giovanni Bassi; poi nel 4' Raggruppamento / Classe J2/A-1600 la vittoria all'Alfa Romeo 33 di Gabriele Crocchini; in conclusione la Maserati Biturbo di Massimiliano Quaresima si porta a casa la vittoria nel 4' Raggruppamento / Classe J2 A+2000 seguita dall'Alfa Romeo 75 di Enrico Guasti e la Lancia Delta Integrale di Giuseppe Garofalo. Una giornata entusiasmante di gare, che ha riportato gli appassionati dei motori, nelle tribune dell'impianto pergusino e lungo tutto il circuito, sulle colline adiacenti.

Commenti offerti da CComment