Società e Costume

DEDALOMULTIMEDIA

Sabato, 25 Giugno 2022

 

dunarea banner 2021

 

Giorno 6 aprile è la Giornata internazionale dello sport per lo sviluppo e la pace, istituita il 23 agosto 2013 dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite nella Risoluzione 67/296. La celebrazione commemora la data di inizio dei primi Giochi Olimpici dell’era moderna del 1896 tenutisi ad Atene.braden collum 9HI8UJMSdZA unsplash

Scopo della commemorazione è inoltre quello di accrescere la consapevolezza dello sport come veicolo di integrazione sociale e sviluppo, ma soprattutto come strumento di pace e legame tra i popoli.

Proponiamo, dunque, un breve excursurs dello sport nella storia.

Indicare il periodo preciso in cui lo sport comparve negli usi e costumi dell'uomo è pressoché impossibile. Nell'era preistorica l'attività fisica era strettamente connessa alla sopravvivenza: la necessità di essere atletici e scattanti per sopravvivere e riuscire a procurarsi del cibo si traduceva, nei riti, con l'esecuzione di vere e proprie danze rituali complesse, quasi delle pratiche ginniche tese a mantenere il corpo in movimento.

Le antiche civiltà mesopotamiche praticavano nuoto, lotta e equitazione per migliorare le prestazioni dei soldati in guerra.

Fu nel corso dell'età greco-romana che lo sport assunse la forma di attività fisica praticata. Nella Grecia classica, in particolar modo, lo sport divenne un fenomeno ampiamente diffuso, legato a funzioni di carattere religioso, ma anche estetico e educativo: nel primo caso, lo sport era teso a rendere l'uomo come immagine vivente della perfezione divina, nel secondo caso si perseguiva il culto della bellezza e, nel terzo caso, lo sport veniva proposto ai più giovani come preparazione al “mestiere” di guerriero, funzionale dunque al raggiungimento di una forma fisica particolarmente prestante in età adulta. La funzione dello sport nell'antica Roma era volta alla preparazione per fini bellici (tiro con l'arco, giavellotto, lotta, scherma), sino all'istituzione dei Ludi gladiatori e circensi, celebrazioni sportive a tratti crude, violente e sanguinarie, alle quali assisteva gran parte della popolazione.

Durante il Medioevo lo sport è particolarmente legato alla cavalleria e ne diventa uno dei principi fondamentali. Fu durante l'umanesimo e il Rinascimento che lo sport si svincolò dalle valenze assunte nel passato, divenendo sempre più simile alla pratica che conosciamo oggi.

Nel corso dei secoli, pur con forme e valenze diverse, lo sport ha sempre assunto un'importante ruolo nella società e i suoi benefici sono stati grandemente riconosciuti da ogni civiltà esistita.

 

Giovanna Garlisi

Commenti offerti da CComment