Società e Costume

DEDALOMULTIMEDIA

Sabato, 25 Giugno 2022

 

dunarea banner 2021

 

La festa degli innamorati, tradizionalmente celebrata il 14 febbraio – giorno della festività religiosa del santo e martire Valentino di Terni – è una ricorrenza sentita in gran parte del mondo, durante la quale è consuetudine, per gli innamorati, scambiarsi regali come gesto di amore e devozione nei confronti della persona amata.

Il giorno di San Valentino, per molti ormai privo della sua valenza religiosa, ha origini antichissime che si riconducono ai Lupercalia, feste romane di purificazione celebrate a metà febbraio.rinck content studio O8PjuNKatJ0 unsplash

I Lupercali, celebrati in onore del dio Fauno, nella sua accezione di Luperco, prevedevano un rito durante il quale giovani seminudi, giunti alle pendici del colle Palatino e dopo un sacrificio caprino, correvano attorno al colle in una corsa dionisiaca, colpendo con cuoio di capra chiunque incontrassero – per la maggior parte donne – con lo scopo di aiutare ad aumentare la fertilità.

Le tradizioni non si spensero con l'avvento del Cristianesimo, nonostante fossero considerate deplorevoli e vennero bandite dai papi cristiani; fu, però, nel 496 che Papa Gelasio I istituì la festa di San Valentino in sostituzione ai Lupercalia, probabilmente con lo scopo di cristianizzare la festività romana, eliminandone ogni accezione alla sfera sessuale e mantenendo la celebrazione dell'amore romantico.

I Lupercali sono considerati gli antenati del carnevale medievale e delle “Lotterie degli innamorati”.
Nel corso del Medioevo venivano praticate le cosiddette “Lotterie degli innamorati”, nelle quali i nomi di trenta donne e trenta uomini venivano scritti su sessanta biglietti, insieme a sessanta fogli nei quali venivano scritti dei madrigali (componimenti poetici); veniva poi effettuata un'estrazione (uomo, donna e due madrigali), nella quale i due madrigali, associati alla coppia sorteggiata, erano considerati come il messaggio d'amore che i due si scambiavano. Questa tradizione medievale si trasformò, nel corso dei secoli, nell'odierna consuetudine che prevede lo scambio di biglietti contenenti frasi d'amore.

La tradizione che lega il giorno di San Valentino agli innamorati è posteriore all'istituzione della festa e presenta diverse ipotesi sulle sue reali origini: alcune leggende parlano di San Valentino che, convertitosi al Cristianesimo, celebrava matrimoni; secondo altre, il santo avrebbe aiutato una giovane fanciulla povera, donandole una somma di denaro utile al suo sposalizio; si fa inoltre ricondurre il binomio San Valentino/innamorati a Geoffrey Chaucer, il quale nel “Parlamento degli Uccelli” associa la ricorrenza al fidanzamento di Riccardo II d'Inghilterra con Anna di Boemia (interpretazione messa in dubbio da alcuni studiosi).

Oggi, San Valentino è festeggiato in diversi modi e in molti paesi del mondo: in Giappone, ad esempio, sono le donne a omaggiare con dei cioccolatini gli uomini; negli Stati Uniti, la festa è legata, oltre all'amore, anche alla celebrazione dell'amicizia e dell'affetto.

Origini dunque antichissime per la festa di San Valentino, che anche quest'anno porterà genuini sorrisi sul viso di amici e innamorati.

Commenti offerti da CComment