Natura e Ambiente

DEDALOMULTIMEDIA

Lunedì, 06 Dicembre 2021

dunarea banner 2021

 

Sotto il promontorio del santuario di Tindari, frazione del comune di Patti, in provincia di Messina, si trova la riserva naturale orientata Laghetti di Marinello.1920px Reserve of the Lakes of Marinello View from the New Sanctuary of the Madonna del Tindari 1598 Tindari Sicily Italy August 2018 DR 48531430936

L'area naturale protetta si estende su oltre 400 ettari ed è stata istituita nel 1998.

L'origine dei laghetti di Marinello è fatta risalire tra il 1865 e il 1895, a causa delle particolari condizioni che il mare e il meteo vantano in questa zona e di alcuni processi tettonici. L'area, infatti, è sottoposta a molte variazioni morfologiche del territorio che, modificando la costa, creano laghetti del litorale salmastri.

Il trasporto sulla costa di sabbia e ghiaia è dovuto all'approfondimento del fondale marino, dovuto all'azione, in questo caso, del Mar Tirreno.

I laghi formatisi sono:

  • Lago Marinello;
  • Lago Mergolo della Tonnara;
  • Lago Porto Vecchio;
  • Lago Fondo Porto;
  • Lago Verde;
  • Lago Nuovo.

Le specie dell'ittiofauna presenti al loro interno sono il ghiozzetto macrocefalo, l'anguilla, il latterino capoccione, il cefalo bosega, il ghiozzo nero, il ghiozzetto minuto, la bavosa pavone e il pesce ago, a cui si aggiungono, negli ambienti a salinità marina, il grongo, la spigola e la mormora. La flora dell'area è prevalentemente composta da: barboncino mediterraneo, elicriso, fieno di mare, cardo-pallottola vischioso, garofano delle rupi, cavolo biancastro e caprifoglio mediterraneo.

Data la vicinanza al santuario della Madonna di Tindari, anche i laghetti di Marinello sono interessati alla leggenda legata al santuario, che vede una donna in visita per ringraziare la Madonna della guarigione della figlia, ma rimasta delusa dopo aver visto la statua del santuario. La donna parte quindi in cerca della Madonna come l'aveva sempre immaginata, ma perde di vista la bambina, che precipita dal colle. Disperata, la donna entra nel santuario e comincia a pregare, chiedendo alla Madonna un'altra grazia: salvare nuovamente la figlia.

Per miracolo della Madonna, la bambina precipitata si trova tranquilla che gioca su un piccolo arenile formatosi improvvisamente nel mare sottostante e la bambina torna tra le braccia della madre, sana e salva.

 

Foto di gmrichards.t21 - Reserve of the Lakes of Marinello - View from the New Sanctuary of the Madonna del Tindari (1598), Tindari, Sicily, Italy, August 2018 DR, CC BY 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=88245018

Commenti offerti da CComment