Natura e Ambiente

DEDALOMULTIMEDIA

Lunedì, 06 Dicembre 2021

dunarea banner 2021

 

La Riserva naturale orientata di Torre Salsa è un'area naturale protetta compresa tra Siculiana Marina ed Eraclea Minoa, in provincia di Agrigento.torre salsa 1

La Riserva prende il nome dall'antica Torre di avvistamento saracena progettata intorno al 1500 da Camillo Camilliani e chiamata appunto Torre Salsa o Marinata.

È stata istituita nel 2000 dalla Regione Sicilia e i suoi 761,62 ettari sono stati affidati in gestione al WWF.

Il territorio è caratterizzato da morbidi terrazzi, dall’ampia depressione del pantano (area palustre) e dalla falesia dalla morfologia tormentata.

Negli oltre 300 ettari di proprietà privata sono coltivati ulivi, vigneti, mandorli e il “pomodoro saccagno”, tipicità del territorio di Montallegro.

Al suo interno, in primavera, fioriscono oltre 20 specie di orchidee selvatiche e, nella zona del pantano, è possibile trovare circa 20 specie di uccelli, tra i quali l'Usignolo, il Gheppio, la Cannaiola, Il Falco pellegrino, la Civetta, il Barbagianni e il Passero solitario.

Il litorale della riserva è caratterizzato da tratti di costa alta dove emergono argille azzurre, stratificazioni calcaree con banchi di gesso, marne bianche erose dall’azione eolica che formano delle falesie a strapiombo e sabbia sciolta nei tratti bassi che costituiscono le dune costiere, della cui fauna fanno parte l'istrice e la tartaruga marina comune (o tartaruga Caretta caretta) che trova, nelle coste della Riserva, il luogo ideale per la riproduzione.

È possibile visitare i numerosi percosi al suo interno tramite escursioni guidate, che permetteranno di attraversare il sentiero Galia – che conduce direttamente all'Oasi del WWF – e la zona del pantano. Lungo i percorsi è anche possibile vedere una magnifica "Calcara", tipica struttura rurale che serviva a produrre la calce di gesso e numerose cave di pietra.

Giovanna Garlisi

Commenti offerti da CComment