Istruzione e Formazione

DEDALOMULTIMEDIA

Giovedì, 21 Settembre 2023

 1000X200px SUPERSTORE IPERSTORE 12 21 SETTEMBRE 3

 


Banner Dedalo 1000X200

Nel corso della seconda puntata della serie televisiva di Sky " Call my Agent-Italia" il regista partenopeo ha descritto , con un velo tragicomico, glipaolo sorentino incontri scuola - famiglia sostenendo che si può  trovare il sentimento più  orrendo dell'essere  umano: l'entusiasmo immotivato  criticando l'atteggiamento  di molti genitori. 

Genitori  che si propongono insegnanti  improvvisati per attivare corsi di batteria, di Macarena e addirittura  di ciclismo.  Da qui il commento sarcastico del Regista rivolgendo una preghiera  a Dio per occuparsi  dell'istruzione  non dei figli ma dei  genitori.

Parole più  vere e reali  non potevano essere dette. Purtroppo  negli  ultimi anni i rapporti  fra insegnanti  e genitori sembrano essersi deteriorati.

Genitori  e insegnanti oggi educano in modi diversi e spesso in contraddizione. 

Il ragazzo a scuola si propone in maniera differente rispetto all'ambiente  familiare e per un genitore  é  più  difficile credere alla parola del docente che   molte volte descrive un ragazzo che in classe si mostra disordinato, poco attento , rumoroso e distratto o a volte anche " spocchioso".

Purtroppo  alcuni genitori  vedono gli insegnanti come nemici  e non alleati per la crescita del ragazzo. Mostrando questa diffidenza  verso il docente operano un controllo  serrato su tutto quello che essi dicono o fanno in classe e molte volte a casa parlano male degli insegnanti  ai figli  creando confusione  nella mente dell'adolescente che non capisce più  da che parte stare.

Anche i gruppi Whatsapp  di genitori possono  trasformarsi in vere e proprie trappole per monitorare gli insegnanti  e se serve, per " intervenire " nella vita scolastica dei figli. 

Ogni genitore, come ogni insegnante, non è  perfetto ma di contro  si pretende la perfezione dal docente  da ogni punto  di  vista. Il punto principale che sfugge a molti genitori é  che nonostante i loro  pargoli irritano a volte con dei comportamenti  non proprio " tranquilli " il docente educa a un atteggiamento  sereno per riuscire in un apprendimento  veloce e sicuro. 

Ogni docente ama i propri ragazzi perché  sono la parte  migliore di questo  lavoro.

Sono  grandi responsabilità  perché  si ci scontra con varie realtà  e varie educazioni ma sicuramente sono una sfida  nel contribuire a rendere migliore questo  mondo, l'unica  cosa  per cui valga la pena di continuare a farlo.

Rosalba Fonte

Commenti offerti da CComment