Istruzione e Formazione

DEDALOMULTIMEDIA

Mercoledì, 22 Settembre 2021

dunarea banner 2021

 

Si chiama Piano Scuola Estate 2021 quel "ponte per il nuovo inizio" previsto dalla recentissima normativa scolastica (Nota n. 643 del 27 aprile 2021del Ministero dell'Istruzione), il qualescuola2 prevede un ventaglio di misure ed iniziative per promuovere e favorire l'attività educativo-didattica e il recupero delle competenze e della socialità delle studentesse e degli studenti nella fase emergenziale e post-emergenziale pandemica da Covid-19.

Le scuole italiane vedranno giungere nelle loro casse 150 milioni di euro in più, rispetto al passato, grazie al comma 6 dell'articolo 31 del Decreto Legislativo 41/2021, che prevede di supportare le Istituzioni Scolastiche nella situazione emergenziale e nello sviluppo di attività volte a potenziare l'offerta formativa extracurriculare, così come il recupero delle competenze di base, il consolidamento di alcune discipline che sono state particolarmente svantaggiate dalla didattica a distanza ( pensiamo ad esempio a tutte le attività laboratoriali), la promozione di varie attività per il recupero della socialità della vita relazionale, emotivo-affettiva delle studentesse e degli studenti anche nel periodo tra la fine delle lezioni dell'anno scolastico 2020-2021 e l'inizio di quelle dell'anno scolastico 2021-2022.

Il Piano Scuola Estate 2021 intende dare a tutte le scuole di ogni ordine e grado le finalità di utilizzo delle risorse economiche e le  indicazioni operative di massima che possono essere modulate dalle singole scuole, valorizzando le caratteristiche peculiari del contesto socio-economico e culturale in cui operano e sfruttando al meglio gli ambiti di autonomia.

Per le Istituzioni Scolastiche appartenenti alla Scuola Primaria, il focus prioritario sarà incentrato sul recupero/potenziamento delle abilità di base in Italiano e Matematica; per la Scuola Secondaria di I grado sugli apprendimenti di Italiano, Matematica ed Inglese parimenti per  la Scuola Secondaria di II grado declinate in attività di più complesse azioni attivabili come: Summer School, Stage, gruppi di apprendimento con tutoraggio, imprese simulte, simulazione di processi e situazioni complesse anche con l'utilizzo di software specifici.

Nelle indicazioni operative si parla , inoltre, di tre macro-fasi di cui si compone il Piano a livello temporale:

FASE 1- "Rinforzo e potenziamento delle competenze disciplinari e relazionali" realizzabile già nel mese di giugno in ragione delle valutazioni dei percorsi formativi con iniziative di orientamento, attività laboratoriali di musica-sport-educazione alla cittadinanza e all'ambiente- utilizzo delle tecnologie; approfondimenti per la conoscenza del territorio e delle tradizioni locali; incotri con "mondi esterni" quali quelli delle professioni o del terzo settore, promuovendo stili cooperativi tra studenti, coinvolgendo sopratutto i più esposti al rischio dispersione.

FASE 2-  "Rinforzo e potenziamento delle competenze disciplinari e della socialità"realizzabile nei mesi di luglio ed agosto, tramite iniziative volte a consentire a studentesse e studenti di riprendere contatti con la realtà educativa e recuperare le competenze relazionali, in particolare per gli studenti fragili. Pertanto, si realizzeranno attività ludico-ricreative nell'ambito della musica d'insieme, dell'arte e della creatività; attività ludico- ricreative afferenti all'ambiente e alla sostenibilità; attività sportive e motorie; iniziative legate alla cittadinanza e alla vita collettiva; iniziative legate all'utilizzo delle tecniche digitali e per il miglioramento delle conoscenze infomatiche e multimediali.

FASE 3-  "Rinforzo e potenziamento delle competenze disciplinari e relazionali con intro al nuovo anno scolastico"realizzabile nel mese di settembre per accompagnare i discenti alla partenza del nuovo anno scolastico, mediante contatti personali e riflessioni propedeutici a affrontare la nuova esperienza scolastica. Questa fase potrebbe prevedere oltre alle attività laboratoriali, anche momenti di ascolto e supporti psicologici con attenzione alla Inclusione ( ad esempio creando uno sportello per l'autismo).

Concludendo, le Istituzioni Scolastiche hanno individuato ed  individueranno, nell'ambito del perimetro definito dal Piano Scuola Estate e in funzione delle proprie fattive esigenze e peculiarità, gli interventi da attivare fino a tutto il 2022. Il tutto si svolge nell'ambito delle diverse competenze dei vari Organi Collegiali ( Consigli di Istituto, Collegi Docenti ecc.) e con ampie possibilità di operare in reti di scuole.

Molti sono già i progetti in essere nelle scuole italiane di ogni ordine e grado su tutto il territorio italiano, regionale e territoriale locale che stanno tenendo gli alunni piacevolmente legati ai banchi di scuola, ai laboratori, alle palestre, ai giardini, alle cucine, ai cortili e agli spazi appositamente allestiti per lo svolgimento dei variopinti progetti del Piano Scuola Estate 2021-2022.

Silvana Castagna

Commenti offerti da CComment