Istruzione e Formazione

DEDALOMULTIMEDIA

Lunedì, 06 Dicembre 2021

dunarea banner 2021

 

É in fase di definizione, da parte dei dirigenti scolastici, l' “Integrazione al documento sulla sicurezza Protocollo COVID per rientro anno scolastico 2021-22”, che deve essere redatto tenendo conto del “Piano scuola 2021-2022 del Ministero dell’Istruzione” del 27.07.2021 e successive integrazioni e di tutte le recenti disposizioni legislative.muneer ahmed ok CksqVTl6OeE unsplash

Il Dirigente scolastico elabora il documento in qualità di Datore di Lavoro e Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (R.S.P.P.) sentiti il Medico Competente (M.C.) e il RLS al fine di adottare, nell’ambito dell’Istituto in cui opera, un insieme di regole tali da consentire di affrontare in sicurezza il rientro a scuola per l’anno 2021- 2022.

Tutto il Personale dell’Istituto (ATA e docente) deve essere formato sulle nuove procedure di sicurezza contro il rischio Covid-19 che devono far parte del Protocollo e sulle modalità operative di applicazione delle stesse.

La formazione e l'informazione circa le regole previste dal documento in questione deve avvenire anche nei confronti di studenti e famiglie.

Riguardo l'ingresso in istituto, deve essere collocato un dispenser per l’igienizzazione delle mani in prossimità di ogni ingresso. Vige l'obbligo di indossare la mascherina all'interno dei locali scolastici.

Il Personale scolastico addetto alla accoglienza, già opportunamente formato e con specifica delega, dotato di mascherina chirurgica e visiera trasparente, deve provvedere alla verifica del GreenPass per tutti i dipendenti dell’Istituto.

La misurazione della temperatura corporea degli esterni, che a qualunque titolo (genitori, visitatori, vettori, personale esterno incaricato di manutenzione, ecc.) accedano all’Istituto, avviene tramite rilevatori automatici la cui sorveglianza è affidata ai Collaboratori Scolastici dediti all’accoglienza ed esibizione del Green Pass.

Le vie di uscita a fine delle lezioni sono le medesime dell’ingresso, cercando di evitare flussi contemporanei di tutte le classi presenti, ma contingentando le uscite.

Anche in uscita devono essere rispettate rigorosamente le distanze interpersonali e indossate correttamente le mascherine.
Per ingressi ritardati o uscite anticipate l’unico ingresso utilizzabile dagli studenti è quello principale, sempre presidiato.

In tutti gli spazi comuni, corridoi, atri, scale, aree ristoro deve essere sempre indossata correttamente la mascherina chirurgica, deve essere mantenuto il distanziamento interpersonale di almeno 1 metro e devono essere evitati assembramenti.

Tutti i servizi igienici dovrebbero essere sottoposti alle procedure di sanificazione al termine di ogni ora di lezione e al termine della giornata.

I collaboratori scolastici hanno il compito di presidiarli nel corso delle attività didattiche e di provvedere alla sanificazione di maniglie, rubinetti e altre superfici comuni di contatto almeno 2-3 volte nella mattinata.

Durante i momenti di intervallo è obbligatorio aprire le finestre in modo da favorire il ricambio d’aria.

Bisognerebbe studiare la possibilità per gli studenti di recarsi in spazi esterni identificati e riservati al proprio gruppo classe, in base a turnazione. Anche fuori deve essere garantito il distanziamento minimo.

Gli studenti che necessitano del bagno si mettono in coda per poterne usufruire, sempre evitando qualsiasi forma di assembramento (non più di tre persone).

Presso spogliatoi e palestre gli ingressi saranno scaglionati e sarà compito dei collaboratori scolastici provvedere alla sanificazione dei locali. Gli studenti dovranno indossare la mascherina chirurgica fino all'inizio dell'attività fisica e immediatamente dopo; il distanziamento, durante lo svolgimento di tale attività, deve essere di minimo 2 metri.

In tutti i laboratori devono essere mantenute le distanze interpersonali, è vietato scambiarsi utensili o il maneggio di materiali e strumenti tra più persone, ad eccezione che si stiano indossando guanti da lavoro.

L’utilizzo dell’ascensore, già in precedenza da considerarsi residuale, lo è ancor più in questa fase poiché il ridotto spazio a disposizione comporta difficoltà nel mantenimento del distanziamento. Solo per comprovati motivi legati a ridotta mobilità , supportati da specifica documentazione, è consentito l’utilizzo ad una persona per volta salvo nel caso in cui debba essere trasportato un infortunato o una persona con difficoltà motorie o altro o che dovrà essere accompagnato. In tutti i casi è d’obbligo per entrambi indossare la mascherina.

Commenti offerti da CComment