Eventi

DEDALOMULTIMEDIA

Lunedì, 06 Dicembre 2021

dunarea banner 2021

 

Mafia 2.0  21, questo il titolo del nuovo libro del giornalista Jose Trovato presentato ieri ad Enna presso Sala CeJose trovato 2rere. Trovato, già autore di due libri sulla Mafia, "La mafia in provincia di Enna - una storia negata, e mafia balorda, è stato per 20 anni cronista del Giornale Di Sicilia, ed oggi Direttore del portale di informazione Enna Ora, ma sopratutto attento osservatore degli intrecci mafiosi nel territorio ennese. Il suo impegno antimafia, gli ha permesso di vincere i premi dedicati a Mario Francese e Rocco Chinnici, e la sezione speciale del premio letterario Citta di Leonforte.  Alla presentazione del nuovo libro,hanno preso parte il Sindaco della Citta  Dipietro, e il Procuratore della Repubblica Massimo Palmeri, mentre ha moderato il dibattito la giornalista Tiziana Tavella. Jose Trovato nel suo nuovo libro, analizza quelli che sono gli equilibri mafiosi in Provincia di Enna, dove si sono organizzate le piu' gravi stragi di mafia, come Capaci e Via D' Amelio, ma sopratutto  inquadra in maniera dettagliata, gli anni a cavallo tra il 1991 e il 1992, quando nel territorio provinciale "villeggiavano in assemblea permanente", come sottolinea nei suoi passaggi, i capi di cosa nostra e gli altri colonnelli della dittatura stragista dei Corleonesi, insieme ai vivandieri ennesi, oggi diventati capi. Storie nuove, inedite, che vengono ripercorse nel libro.Dalla figura dell'Avvocato Bevilacqua, ritenuto il capo di cosa nostra in provincia di Enna, a quelle delle famiglie di Pietraperzia e Barrafranca per il controllo del territorio, alla caduta di Gaetano Leonardo, inteso "U Liuni", che di fatto come sottolinea nel suo intervento l'autore del libro, riduce la Citta' di Enna ad un santuario del clan Santapaola.

Massimo Colajanni

Commenti offerti da CComment