Oltre la disabilità
DEDALOMULTIMEDIA
19-05-19

dunarea 2019 2020

A pochi giorni dal Natale, lo scorso 19 dicembre, presso i locali della parrocchia Mater Ecclesiae in Enna, i bambini della scuola elementare rsz unitalsiSanta Chiara, guidati dalla loro insegnati, le maestre Francesca Bonasera, Licia Renna, Mariella Pignato hanno voluto offrire ai soci e soprattutto agli anziani e ammalati della sottosezione Unitalsi di Enna un pomeriggio diverso dal solito con un recital natalizio con aforismi, canti, poesie, filastrocche e pensieri sul natale. Oltre ai canti natalizi come  Piccola Betlemme, Stella di natale, Stella cometa, un bel momento di riflessione attraverso il dialogo tra due bambini che hanno rappresentato due  stratificazioni sociali differenti: il bambino ricco ed il bambino povero. In questa scenetta è stato rappresentato, in modo semplice e diretto, ciò che accade all’ interno della nostra società, dove ancora sono presenti molte differenze fra ricco e povero, dove, quello che per il bambino ricco è il di più, "non lo voglio" ,“mi fa  schifo”, per il bambino povero rappresenterebbe il modo per non andare a letto con i morsi della fame. Un momento toccante e pieno di significato, insomma, portato avanti con serietà e impegno da dei bambini che, coadiuvati egregiamente dalle loro insegnanti, hanno saputo portare in scena un tema attuale e dal significato profondo perché, così come ha affermato Don Angelo Lo Presti “occorre abbassarsi al livello dei bambini, solo così possiamo veramente essere avvolti dalla presenza di Dio”.

Il presidente dell’ Unitalsi, Liborio Alvano, nel ringraziare la scuola Santa Chiara per l’invito al recital ha affermato: “Natale è stare in famiglia, e noi dell’Unitalsi, grazie al modo in cui ci avete accolto, ci siamo sentiti in famiglia”.

Andrea Fornaia