Oltre la disabilità
DEDALOMULTIMEDIA
31-05-20

dunarea de jos 2020



Alla vigilia di Capodananno fuori iniziano a sparare i notti di fine anno, penso tra me e me "speriamo che non succede nulla di grave". Ogni anno, infatti, basta sentire thumbnail Corriere della Sera Latina divertimento e sicurezza vietati i botti di Capodanno servizioil telegiornare della prima dell'anno che si possono sapere quali sono state le conseguenze degli spari avvenuti a mezzanotte per salutare l'anno vecchio e dare il benveuto al nuovo anno; mentre sento i botti come una miccia di petardo mi si accende un'idea, analizzare le conseguenze che lo sparo di un peterdo può provocare se colpisce una persona, sia a chi lo spara perchè non fa in tempo a gettarlo, sia nel caso in cui vengono colpite terze persone. Non ho fatto altro che fare una semplice ricerca su google e mi sono uscite una serie di notizie che riguardano gli incidenti provocati durante la notte di San Silvestro. Incidenti molti dei quali avranno come conseguenza delle disabilità permanenti. La polizia di Stato ha comunicato che nella notte di Capodanno si sono registrati 216 feriti, tra questi 44 ricoverati, alcuni hanno perso una mano come un 36enne di Frascati e un 20enne di Catania. Ma vediamo un pò i dati degli ultimi anni: per scopirlo mi è stato d'aiuto la pagina di agi.it la dove sono riassuntati i dati sugli incidenti avvenuti negli ultimi anni causati dai fuochi d'artificio del Capodanno: nel 2012 595 feriti, nel 2013 622 feriti, nel 2014 361 feriti. Ma pensandoci bene, durante la notte di Capodano non sono solo i petardi o i giochi d'artificio che possono provocare incidenti con delle disabilità temporanee o permanenti, anche i tappi di sughero della bottiglia di spumante che vengono strappate per dare addio all'anno vecchio, la loro pressione fa viaggiare il tappo fino a 80 chilometri orari, quindi è immaginabile quello che può provocare se arriva sull'occhio; danni oculari per i quali può essere necessario un intervento fino a conseguenze estreme la perdita dell'occhio. Gli oculisti di Iapb (Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità) Italia onlus ricordano come evitare incidenti al momento dei brindisi. Gli occhi sono la terza parte del corpo a subire più traumi dopo le mani e i piedi. Quindi, un consiglio per la prossima vigilia di capodanno o per il prossimo stappo di bottiglia prestate molta attenzione per evitare di colpire e essere colpiti da petardi o tappi di bottiglia affinchè un momento di festa diventi l'inizio di una disabilità temporanea o permanente.

Andrea Fornaia