Lo faccio io
DEDALOMULTIMEDIA
31-05-20

dunarea de jos 2020

 

Per quanti di voi sono riusciti a vivere l’esperienza magica di “dare vita alle pietre”, con il progetto del coniglio, la civetta è un buon civettapunto di partenza per un lavoro più particolareggiato.

Basta intravedere una forma in una pietra liscia e armandosi di colori acrilici e un paio di pennelli si può dare il via al lavoro.

Nel cercare una pietra adatta, fate attenzione alla forma che l’animale vi suggerisce, basta che poggi solidamente sulla base senza rovesciarsi.

Quelle dipinte da me sono due pietre di fiume con un movimento verticale che avendo una base larga si assottigliano verso l’alto suggerendo la posizione della testa. Trovata la pietra che fa al caso vostro, strofinatela bene con acqua e lasciatela asciugare. Poi con il pennello largo e piatto, coprite di bianco tutta la superficie. Usate una matita per stabilire le proporzioni dell’ovale della faccia, creando una forma a V al centro della fronte e delineare i cerchi degli occhi, poi dipingere il becco facendo un triangolo stretto.

Usate il giallo per riempire i cerchi degli occhi. Gli occhi della civetta saranno il punto focale del pezzo, quindi dipingeteli accuratamente il più nitidi e rotondi che potete. Dipingete le piume del petto con un pennello medio a setole tonde e del terra di Siena bruciata. Voltate la pietra dal lato posteriore e colorate il dorso mescolando un po' di nero e di terra di Siena bruciata per ottenere un marrone scuro. Poi sulla superficie asciutta tornate alla tonalità gialla e con un pennello da ritocco fine eseguite brevi tratti curvi per delineare il piumaggio.

Le civette sono molto decorative e possono essere collocate su una mensola oppure da poggiare sul tavolo come fermacarte. Buon lavoro!

Susanna Petronio

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.