Lo faccio io
DEDALOMULTIMEDIA
31-05-20

dunarea de jos 2020

 

Questa graziosa sediolina, opera delle mani laboriose della signora Rita (mia madre), fu realizzata come bomboniera e divenne in sediaseguito, quando ero bambina, un gioco per le mie bambole. Ancora oggi è un oggetto bello da guardare e potrebbe avere molteplici usi oltre a quello ludico. Potrebbe essere un porta-cellulare o un-poggia fazzoletti o un simpatico porta spilli appuntati su un piccolo cuscino di spugna adagiato sulla seduta. Insomma, questo pezzetto di legno ci offre tanti spunti creativi.

Ma vi siete mai chiesti chi ha inventato la molletta da bucato? Un oggetto di grande utilità la cui invenzione è spesso stata attribuita alla setta religiosa degli Shakers, fondata negli Stati Uniti nel 1772 da Madre Ann Lee. Essi furono gli artefici di diversi pezzi di arredamento che ritenevano essere l’espressione della loro fede incline alla semplicità. Per questo ogni oggetto da loro prodotto aveva come caratteristica principale l’essenzialità, eliminando ogni abbellimento. Lo scopo del nostro progetto, invece, è quello di utilizzare questi bastoncini di legno per farne oggetti decorativi.

Procuratevi mollette, colla a caldo, colore acrilico.

Si inizia aprendo le mollette e togliendo la molla. Ci occorrono 28 pezzi ossia 14 mollette.

Con la colla a caldo uniamo 8 mollette a coppia di 2 facendo in modo che si formi il buchetto rettangolare al centro. I 4 pezzi così ottenuti saranno le gambe su cui costruiremo il resto della sedia a cui aggiungeremo di volta in volta, lo schienale e i braccioli. Guarda la foto per aiutarti nel procedimento.

Quando il lavoro sarà finito puoi utilizzare un colore acrilico a tuo piacere per dipingere la sedia e a pittura asciutta spruzza un fissativo per acrilico oppure un po' di lacca.

Se ti lasci guidare dalla fantasia puoi creare centro-tavola, porta-penne, porta tovaglioli ecc.

Susanna Petronio

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.