Informatica News
DEDALOMULTIMEDIA
18-09-19

 

In questa puntata desideravo aprire l’articolo con una domanda (quella del titolo) che mi viene fatta almeno una ventina di volte alla settimana, una domanda che aggiornamentisembra stupida ma che effettivamente fa riflettere. Per poter rispondere e prendere una decisione in autonomia è opportuno partire dal concetto di base, cosa è un Aggiornamento?

Dicesi Aggiornamento un programma del sistema operativo (windows, mac osx, android, ios…) o di un software (programma) che viene rilasciato dalla casa madre (software house) al fine di risolvere determinati problemi di funzionamento dovuti ad una mancanza, un errore sintattico nella programmazione del software stesso. Cioè traducendo il tutto in parole povere un programmino da installare per mettere una pezza (patch) là dove si è verificato un bug, un errore. Facendo tale premessa è quindi d’obbligo, per non trovarsi il pc in panne, aggiornare ogni programma e anche il sistema operativo. Pur tuttavia nella vita quotidiana ci si ritrova a fare un aggiornamento e vedere che non funziona più nulla perché lo stesso es si bisticcia con un driver (ovvero un programma che serve es. a far funzionare la scheda audio) o perché mentre il pc si stava aggiornando e per premura abbiamo dopo diverse ore spento il tutto. Ecco allora il problema che fa scattare la domanda di cui al titolo. La risposta tuttavia risulta semplice, ovvero se si sta parlando di un software applicativo (un programma quale Word, Photoshop, Autocad…) allora conviene farlo poiché è un qualcosa che va a modificare per la maggior parte delle volte errori di implementazione del programma stesso. Se si tratta del sistema operativo allora li occorre pazienza, non aggiornare subito lo stesso ma aspettare un aggiornamento cumulativo detto service pack, perché sovente i piccoli aggiornamenti sono rilasciati di gran premura senza essere testati in un paio di pc cavia, saremmo allora noi a provare gli stessi e a mandare richieste di assistenza alla casa per computer diventati instabili o inutilizzabili perché si riavviano di continuo.

Quindi secondo il mio e dico MIO modestissimo parere occorre disattivare gli aggiornamenti automatici del sistema operativo e installare solo i service pack che la casa rilascia periodicamente, ciò ci eviterà soprattutto in ambito lavorativo di perdere dati preziosi es. attraverso una formattazione resa necessaria perché il sistema operativo si è corrotto. Naturalmente è SEMPRE CONSIGLIATO avere più copie delle proprie foto e/o lavori.

Ultime due cose:

  1. L’antivirus è un software che va sempre aggiornato, tantissime minacce nascono ogni giorno;

  2. Se volete bloccare gli aggiornamenti di Windows 10 scaricate Windows Update Blocker.

alla prossima!!!!

Christian Sem Sproviero