Tutti condannati, gli appartenenti del clan adranita Santangelo -Taccuni, coinvolti nell'operazione Adrano Libera. Il Gup Anna Maria Cristaldi, nonmafiosi 300 ha concesso sconti agli imputati, una trentina, tutti a vario titolo accusati di associazione a delinquete di stampo mafioso. Le pene inflitte agli imputati variano da 4 anni a 20 anni di reclusione. L'accusa è spaccio di droga, estorsione, e furto di bancomat. Affari illeciti che permettevano al clan di incassa re somme ingenti. Tra i condannati anche il boss Vincenzo Rosano, che nonostante le sue dichiarazioni, che hanno portato all'operazione dei militari, ed all'arresto di circa trenta persone, il magistrato non ha concesso attenuanti, condannandol a 4 anni di reclusione. Una parte degli imputati è stata condannata a risarcire per i danni non patrimoniali il Comune di Adrano che si è costituito parte civile nel processo abbreviato. La gup depositerà le motivazioni entro 90 giorni.