Ultime

DEDALOMULTIMEDIA

Giovedì, 29 Settembre 2022

1000X200px SUPERSTORE IPERSTORE 23 SETTEMBRE 3 OTTOBRE

 

“I livelli del Lago di Pergusa, invaso naturale unico nel suo genere in Sicilia, non possono non destare preoccupazione. A confermarlo è illago pergusa enna report di Legambiente che lancia l'allarme: il livello dell'acqua basso rischia di essere un serio problema per la riserva e per tutto l'ecosistema pergusino. “ Così Marco Greco Consigliere comunale del PD che evidenzia la carenza di acqua nel bacino ennese.Per Greco “Rispetto a questa situazione che potremmo definire critica la politica ha l'obbligo di dare delle risposte e di rompere il silenzio che da anni contraddistingue il lago Pergusa (che, ricordo a tutti, è di proprietà della Regione Siciliana). Ad esempio: quando ci si deciderà ad affrontare la questione del sistema fognario del Villaggio Pergusa? Il sistema attuale, per come progettato, convoglia tutte le acque piovane (le così dette "acque bianche") direttamente verso l'impianto di depurazione impedendo alle stesse di poter seguire il proprio corso naturale verso il lago (che, tra le altre cose, è un lago senza immissari e dunque può incamerare acqua esclusivamente attraverso le piogge che cadono sulla conca pergusina). “
Il consigliere comunale piddino evidenzia come “sulla vicenda spesso si è assistiti a rimpalli di responsabilità tra il Comune di Enna e la società privata che gestisce il servizio idrico locale, un rimpallo che non ha mai portato a nulla di concreto mentre il lago, lentamente, si spegne. Quando si affronterà il tema degli alberi di eucalipto che circondano il lago? Si tratta di più di 100 esemplari che ogni giorno assorbono in media 120 litri d'acqua ciascuno, una specie aliena rispetto al nostro ecosistema assolutamente incompatibile col contesto lacustre di cui stiamo parlando e che andrebbe contenuto attraverso interventi di sostituzione progressiva con specie arboree locali.” A tutto uesto si giiunge che “da anni nessuno si occupa della manutenzione dei canali artificiali adiacenti al lago, un abbandono che contribuisce in modo determinante al prosciugamento dell'invaso. Qualcuno si assumerà le proprie responsabilità o dovremmo attendere che il lago si sia prosciugato del tutto? E ancora: rispetto ad eventuali prelievi d'acqua dal lago, gli enti preposti al monitoraggio hanno verificato in questi anni il rispetto delle normative vigenti? Da quanto tempo non si effettua una verifica? Rispetto a queste e ad altre questioni il Comune di Enna non può restare in silenzio. Per questo motivo è mia intenzione intraprendere tutte le azioni politiche necessarie affinché l'Amministrazione Comunale cominci ad occuparsi sul serio del tema della salute del nostro lago.”

 

Commenti offerti da CComment