Ultime

DEDALOMULTIMEDIA

Martedì, 27 Settembre 2022

1000X200px SUPERSTORE IPERSTORE 23 SETTEMBRE 3 OTTOBRE

 

Prende corpo l'idea del commissario straordinario del Libero Consorzio Comunale di Enna, Girolamo Di Fazio di ripercorre la Via delvia del grano Grano nel cuore dell'Isola, che ha riscontrato da subito l'interesse dell'Università Kore, e degli ordini professionali, degli Architetti, Ingegneri e Agronomi.

" Abbiamo gettato le basi - ha commentato Girolamo Di Fazio- per un progetto che in fondo sintetizza in sè la nostra idea di sostenibilità, di valorizzazione delle risorse ambientali, culturali, naturalistiche ed archeologiche in una visione turistica che oggi più che mai punta all'anima e al cuore dei luoghi e che parli ad un turismo emozionale. Il territorio ha tutti gli elementi attrattivi per mettere in piedi un percorso  ambizioso, ma realizzabile, che risponda a questi requisiti. Ringrazio tutto il team che ha reso possibile la realizzazione del bando e in modo particolare l'università Kore, che ci ha fortemente sostenuti. Un doveroso grazie al professore Gianluca Peluffo e ai suoi assistenti per il loro prezioso contributo professionale. Siamo fiduciosi che questa iniziativa possa captare le migliori risorse professionali, anche in campo europeo, stimolare le giovani menti e innescare una sana competizione per ottenere il miglior risultato".

Il bando europeo inserito nella piattaforma informatica del Consiglio nazionale degli Architetti aperto ai professionisti, prevede due gradi distinti. Nel primo step i partecipanti dovranno elaborare una proposta che, nel rispetto dei costi, del programma di Concorso e delle prestazioni richieste, sarà esaminata dalla Commissione Giudicatrice, nominata dopo la data di consegna degli elaborati, la quale sceglierà, tra quelle pervenute, le migliori cinque senza formazione di graduatorie.

Nel grado successivo sarà scelta la proposta vincitrice a cui assegnare il primo premio pari a circa 54 mila euro. Premi anche ai rimanenti 4 classificati ai quali andranno, a ciascuno, 9 mila euro. Al vincitore del concorso sarà, inoltre, affidata la progettazione definitiva dell'opera. Il costo complessivo stimato per la realizzazione del progetto ammonta a circa 6 milioni di euro.

Tra gli obiettivi del progetto è recuperare infrastrutture viarie dismesse e abbandonate promuovendo un nuovo tipo di mobilità dolce innovativa attraverso il ripristino di un tratto dell’antica Regia Trazzera Calascibetta-Barrafranca parzialmente scomparsa, un tratto della S.S. 117 bis, da numerosi anni chiusa al pubblico, un tratto della S.P. n. 88 e una parte della linea ferroviaria dismessa Leonforte-Caltagirone, connettendo la stazione di Floristella a quella di Piazza Armerina per un totale di circa 30 chilometri. C'è tempo fino all'11 ottobreper la presentazione degli eleborati.

Commenti offerti da CComment