Ultime
DEDALOMULTIMEDIA
05-08-20

dunarea de jos 2020

 

Che il periodo post-Covid avrebbe significato un incremento del lavoro in nero lo sapevamo un po’ tutti, soprattutto lavoratori in neronel campo dell’agricoltura, pertanto, i sindacati hanno lanciato un appello alla Coldiretti, alla Confagricoltura e alla Cia affinché intervengano. Secondo i dati raccolti, su 145 mila operai agricoli censiti in Sicilia, ben 70 mila sarebbero in nero. Tra i regolari, nondimeno, si conta che oltre il 30 percento non riesca a raggiungere contributi per 51 giornate annue. Numeri impetuosi, alla base della rimostranza di Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil, denominata “CPLDAY”.

I numeri, tuttavia, non sono tutto. Le problematiche relative all’agricoltura regionale superano le semplici cifre proposte. I contratti provinciali di categoria sono in attesa di rinnovo da sei mesi, i salari, come detto, risultano bassi, e le vecchie usanze come gli appalti “foschi” e il “caporalato” sussistono ancora. Fai Cisl - Flai Cgil -Uila Uil hanno, quindi, indetto per oggi in tutta Italia il "CPLDAY" per chiamare le organizzazioni imprenditoriali al tavolo delle trattative: "Occorre sottolineare centralità e valore della contrattazione provinciale agricola per dare risposte a tutti i lavoratori agricoli", affermano i segretari generali di Fai-Flai-Uila Sicilia Pierluigi Manca, Tonino Russo e Nino Marino che hanno illustrato stamattina priorità e proposte sindacali nel corso di una videoconferenza stampa. L'iniziativa è stata dedicata alla memoria di Adnan Siddique e di tutte le vittime di caporalato, nel cui nome Fai-Flai-Uila chiedono ormai da tempo alla Regione siciliana l'approvazione di una normativa contro lo sfruttamento criminale sul lavoro per rendere ancora più incisiva sul nostro territorio la legge nazionale 199. Una delle prerogative proposto dai sindacati è chiarire gli iter degli appalti; parimenti, nell’ambito dei salari, viene fatto notare come la produttività e la retribuzione siano strettamente connesse, pertanto, una scarsa produttività, rallenterebbe la crescita del Paese; contro sfruttamento e caporalato, invece, Fai-Flai-Uila ritengono fondamentale, nel rinnovo contrattuale, la definizione del costo del trasporto degli operai agricoli sui luoghi di lavoro e la sua ripartizione con le aziende, oltre alla piena attuazione dell'accordo-quadro per il contrasto alle molestie e alla violenza nel settore.

Un’altra richiesta: l'insediamento e la piena operatività degli Osservatori Regionali, necessari per armonizzare i contratti provinciali, eliminando le differenze più eclatanti di inquadramento. Fai-Flai-Uila, inoltre, rimarcano una netta opposizione a qualunque richiesta relativa ai salari di raccolta, mentre propongono di puntare sul salario di risultato/produttività utile per stabilire incrementi economici ai lavoratori agricoli, beneficiando della detassazione. Nella piattaforma i sindacati prevedono, poi, il sostegno alla maternità/paternità attraverso misure quali il "bonus bebè", il rimborso spese per asili-nido e/o per l'istruzione, il sostegno agli operai agricoli a tempo indeterminato che sono stati licenziati, a integrazione di quanto già assicurato dall'Eban.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ti potrebbero interessare anche...

Enna – Nominato il nuovo vicario del prefetto

Enna – Nominato il nuovo vicario del prefetto

Giuseppe Sindona è stato oggi nominato nuovo vicario del prefetto nel capoluogo più alto d’Italia. Il messinese, nato nel 1963,...

Palermo - Istituire il fondo unico per l'imprenditoria siciliana

Palermo - Istituire il fondo unico per l'imprenditoria siciliana

"Unificare i fondi regionali di rotazione comporterà snellimento nelle procedure d'accesso al credito per le imprese di ogni settore produttivo,...

Palermo – Strade agrigentine:Di Caro (M5S) “ Musumeci assente in prefettura”

Palermo – Strade agrigentine:Di Caro (M5S) “ Musumeci assente in prefettura”

"Inaccettabile e vergognoso. Sono i primi due aggettivi che mi vengono in mente per qualificare il comportamento del governo Musumeci,...

Enna - Sulla SP4 Giarrizzo (M5S): "Si sbrighino a risolvere le problematiche che rallentano il passaggio ad ANAS"

Enna - Sulla SP4 Giarrizzo (M5S): "Si sbrighino a risolvere le problematiche che rallentano il passaggio ad ANAS"

Si è concluso da poco il Tavolo provinciale tecnico-istituzionale permanente, presso la Prefettura di Enna, sulla mobilità e infrastrutture viarie...