Ultime
DEDALOMULTIMEDIA
31-05-20

dunarea de jos 2020

“L’inchiesta ‘Sorella Sanità’ accende i riflettori sul rischio che la corruzione possa infettare l’Italia esattamente come ance siciliail virus Sars-CoV-2, a causa di meccanismi errati che di fatto danno spazio a discrezionalità e personalismi a scapito della trasparenza e della regolarità delle procedure”. Lo dichiara Santo Cutrone, presidente di Ance Sicilia, che spiega: “Tra offerte economicamente più vantaggiose, tempi dilatati e ampia discrezionalità personale, si spalancano le porte all’invasione del malaffare nel mercato delle opere pubbliche e delle forniture. Le inchieste si susseguono da Nord a Sud senza risparmiare nessuno – continua Cutrone – in una vera e propria epidemia che sembra inarrestabile. A volte – specifica Cutrone – nel caso degli appalti si tratta di errori dovuti alla carenza di competenza e di aggiornamento da parte delle stazioni appaltanti rispetto ad un quadro normativo sempre più complicato, difficile da interpretare e in continua evoluzione. Ma spesso, purtroppo, le cronache nazionali mostrano come menti raffinate e personalità spregiudicate riescano a mettere in piedi, sotto gli occhi di tutti, intrecci criminosi capaci di gestire ingenti risorse pubbliche. Di fronte a questo fenomeno risaputo le uniche reazioni sono l’indolenza e il lasciare andare le cose così, senza alcun rispetto per le imprese sane danneggiate da questi bubboni e per l’attività di controllo delle forze dell’ordine e della magistratura che richiama invece la necessità di un tempestivo intervento correttivo da parte del legislatore”.

“Eppure – osserva il presidente dei costruttori edili siciliani – il vaccino contro questo virus esiste già, ed è la riforma regionale degli appalti sotto soglia comunitaria, che permette l’espletamento della gara anche in un’unica seduta e nella massima evidenza, introduce imprevedibili criteri anti-turbativa di valutazione dell’offerta che impediscono combine, condizionamenti esterni e discrezionalità personali, e assicura quindi trasparenza, tempi certi e rispetto della sana concorrenza”.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ti potrebbero interessare anche...

Palermo - Coronavirus Sicilia: migliora anche nelle nove province

Palermo - Coronavirus Sicilia: migliora anche nelle nove province

  Agrigento, 35 (0 ricoverati, 105 guariti e 1 deceduto); Caltanissetta, 18 (3, 145, 11); Catania, 444 (27, 529, 99); Enna, 18...

Palermo - Coronavirus Sicilia: nuovo boom di guariti, solo due nuovi contagi

Palermo - Coronavirus Sicilia: nuovo boom di guariti, solo due nuovi contagi

  Dall'inizio dei controlli, i tamponi effettuati sono stati 148.871 (+2.892 rispetto a ieri), su 127.725 persone: di queste sono risultate...

Enna - Fondi per le infrastrutture: Agrigento 6,4 milioni, Caltanissetta 3,1 milioni, Enna 3,1 milioni

Enna - Fondi per le infrastrutture: Agrigento 6,4 milioni, Caltanissetta 3,1 milioni, Enna 3,1 milioni

Il Governo nazionale sblocca 300 milioni di euro del Fondo infrastrutture sociali, previsti per i Comuni del Sud, assegnando 75...

Villarosa (EN) – Comunità Don Bosco: mai un contagio e tanto amore per gli ospiti

Villarosa (EN) – Comunità Don Bosco: mai un contagio e tanto amore per gli ospiti

  Potrebbe essere citata come esempio virtuoso la Comunità Don Bosco di Villarosa, centro di accoglienza per anziani e disabili che...