Ultime

DEDALOMULTIMEDIA

Martedì, 26 Ottobre 2021

“Nell'amministrare un Comune, particolarmente Enna già capoluogo di Provincia, la scelta civica a volte è una necessita, ma sempre propedeutica per un ritorno alla politica.  Non superarestefania fazzi l'esperienza del civismo vuol dire accantonare, in buona sostanza, una visione futura della propria realtà territoriale. Per noi lavorare per la comunità vuol dire indirizzare l'impegno sullo sviluppo sostenibile del territorio rapportandosi inscindibilmente con le scelte provinciali e regionali. E poi di seguito inserire il percorso istituzionale nei contributi offerti alle rappresentazioni nazionali. Queste sono le ragioni che ci hanno convinto e che abbiamo maturato per iniziare una interlocuzione forte e concreta con la Nuova Democrazia Cristiana, ben guidata in Sicilia dal commissario regionale Totò Cuffaro. La D.C., un partito dalle solidissime tradizioni politiche, culturali e sociali che guarda ai giovani non come numeri, ma come veri protagonisti di una immensa sfida. Attori e non comparse, di un progetto di sviluppo concreto e fattibile sposato al rinnovamento della politica.In conclusione rinnoviamo il nostro interesse e la nostra volontà di rimanere all'interno dell'attuale maggioranza alla quale chiediamo la verifica.” Così i consiglieri comunali fuoriusciti dal gruppo Autonomisti al Comune di Enna  Stefania Fazzi e Gaetano Fazzi.

Una crisi politica al Comune di Enna che sta portando alla lacerazione della compagine che ha votato e rieletto il sindaco Dipietro. Ormai sembra necessaria ed urgente una verifica politica all’interno della maggioranza che sostiene l’Amministrazione Comunale. La scelta dei due consiglieri di aderire alla Nuova Democrazia Cristiana, oggi e le dimissioni da assessori di Campanile e Contino formalizzate l’altro ieri sera, dicono che, per il bene della città ci si sieda attorno ad un tavolo e prendere atto della nuova geografia politica all’interno del consiglio comunale e ricercare quelle soluzioni più idonee per andare avanti, sempre che queste soluzioni ci siano ancora.

gaetano fazzi 

Commenti offerti da CComment