Ultime
DEDALOMULTIMEDIA
08-03-21

 

Nel luglio scorso aveva conosciuto una donna della provincia ennese, presentandosi come maresciallo dei carabinieri. Con carabinieri2queste credenziali un trentunenne di Napoli, Carmine Cascio, approfittando della buona fede di una donna ennese, aveva iniziato una vera e propria storia d’amore con tanto di convivenza a Roma dove, nel frattempo, il giovane si era trasferito in una casa in affitto, facendo pagare alla fidanzata il canone di locazione, ma anche i costi derivanti dall’acquisto dei mobili, delle utenze e di tutte le spese connesse alla permanenza nella Capitale. Per ripagarla della sua generosità, il ragazzo le aveva anche fatto credere di averle trovato un’attività lavorativa in Vaticano, cosa non veritiera. Inoltre il giovane riusciva a farsi fare dai genitori della ragazza un prestito di circa 20.000 euro. A questo punto i familiari della giovane insospettitisi della presenza di questo ragazzo che si presentava come maresciallo e decidevano di rivolgersi ai carabinieri – quelli veri – mentre la relazione sentimentale si interrompeva. Nel frattempo però l’uomo si era impossessato della carta di credito della madre della fidanzata, prelevando diverse somme di denaro, sottraendo anche alcuni gioielli, oro e altri preziosi della famiglia. A questo punto i carabinieri di Enna si mettevano sulle tracce dell’uomo, che nel frattempo era tornato nella sua città di origine. Le verifiche permettevano di accertare che il ragazzo non faceva parte di forze di polizia o di forze armate e che in passato era stato arrestato dai carabinieri di Roma per possesso di segni distintivi contraffatti e denunciato dalla Polizia di Reggio Calabria per lo stesso reato. Sulla base di questi accertamenti, ristretto il cerchio sull’indagato, i carabinieri diramavano le ricerche sia a Napoli che a Roma e nei giorni scorsi i militari lo rintracciavano mentre tentava di entrare al Ministero della Difesa a Roma, con un documento militare falso. Ricorrendone quindi i presupposti, veniva dichiarato in arresto e successivamente l’Autorità Giudiziaria disponeva l’obbligo di firma presso una caserma dell’Arma. Il giovane dovrà adesso rispondere di truffa, furto aggravato, indebito utilizzo di carte di credito e anche del reato di possesso di tesserino falsificato. Presso l’abitazione di Napoli, i carabinieri hanno anche sequestrato altri oggetti come telefoni, lettori mp3, capi di vestiario dell’Esercito e della Polizia. Oltre al ragazzo, anche i suoi genitori sono stati indagati per concorso negli stessi reati. Sempre ad Enna nei giorni scorsi i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Enna, nel corso di un’attività di prevenzione e repressione di reati, hanno arrestato in flagranza di reato un 35enne di Enna, già sottoposto in passato a misure cautelari relative a reati contro la persona. I militari della Sezione Radiomobile, nel perlustrare il centro abitato di Enna, hanno notato la presenza di un giovane ferito, sanguinante dal naso e dalla testa, con evidenti segni di una recente e particolarmente violenta colluttazione. Dopo aver soccorso un giovane ennese di 25 anni e richiesto l’immediato ausilio di personale sanitario, in relazione alle informazioni assunte in loco, gli stessi carabinieri, unitamente ad altra pattuglia nel frattempo intervenuta, si sono prodigati alla ricerca dell'assalitore che si era allontanato poco prima. Rintracciato subito dopo, a seguito dell’esito degli accertamenti sanitari cui è stato sottoposto il malcapitato, attestanti fratture al viso e ferite lacero-contuse al capo con conseguente prognosi di giorni 45, Vista la gravità dei fatti e i futili motivi del suo agire, ossia problematiche relative alla fornitura e al consumo di energia elettrica, è stato dichiarato in arresto per lesioni personali aggravate e in seguito accompagnato presso la propria abitazione, in regime di arresti domiciliari.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ti potrebbero interessare anche...

Guardia di Finanza: Concorso per il reclutamento di 10 tenenti del ruolo tecnico-logistico amministrativo

Guardia di Finanza: Concorso per il reclutamento di 10 tenenti del ruolo tecnico-logistico amministrativo

Sulla Gazzetta Ufficiale - 4^ Serie Speciale – n. 15, del 23 febbraio 2021 è stato pubblicato il concorso, per...

Enna - Desy Mancuso: Partecipa ad uno stage presso il Centro Ippico “gli Ulivi” di Catania

Enna - Desy Mancuso: Partecipa ad uno stage presso il Centro Ippico “gli Ulivi” di Catania

La giovanissima Amazzone Desy Mancuso dell'unico Centro Ippico di Enna ASD pegaso, giorno 6 e 7 marzo ha partecipato allo...

Enna - “Posto Occupato” un gesto concreto dedicato a tutte le donne vittime di violenza

Enna - “Posto Occupato” un gesto concreto dedicato a tutte le donne vittime di violenza

L’Associazione DonneInsieme “Sandra Crescimanno”, anche quest’anno, che ci vede tutti e tutte lontane/i, con forti limitazioni della libertà di movimento che...

Palermo - CoronavirusSicilia (7 marzo 2021): 576 positivi, 12 decessi, 430256 vaccinazioni effettuate

Palermo - CoronavirusSicilia (7 marzo 2021): 576 positivi, 12 decessi, 430256 vaccinazioni effettuate

Il dato dei ricoveri oggi per #Coronavirus negli ospedali siciliani rispetto a ieri vede un decremento complessivo di 3 unità,...