Ultime
DEDALOMULTIMEDIA
28-05-20

dunarea de jos 2020

Una attività che spazia contestualmente su due fronti geografici diametralmente opposti quella dell’Associazione di Volontariato ong lamaOng Luciano Lama che oltre a quella storica che porta avanti da oltre 25 anni in Bosnia Erzegovina, da poco più di un anno ha avviato dei rapporti di collaborazione in Africa e precisamente nel Sahara Occidentale ex colonia spagnola a sud del Marocco che ancora oggi a oltre 40 anni dalla liberazione coloniale non ha ancora un vero riconoscimento internazionale come stato indipendente. Nei giorni scorsi il Presidente dell’Associazione Mimmo Bellinvia è stato nei campi profughi della popolazione Saharawi in territorio algerino per andare a concludere un progetto avviato circa un anno fa di un corso per popolazioni locali sui diritti civili e parità di genere. Contestualmente il presidente onorario dell’Associazione Pino Castellano si è recato in Bosnia Erzegovina per andare a definire gli ultimi dettagli della prossima accoglienza di bambini bosniaci la cinquantaquattresima che si terrà dal 21 dicembre con la cerimonia di accoglienza dei bambini che arriveranno in Sicilia che si terrà a Enna. Ritornando alla nuova esperienza africana, Bellinvia insieme ad una delegazione di volontari dell’Associazione oltre a concludere il corso ha anche effettuato dei sopralluoghi per la realizzazione di “orti famigliari” nei territori del campi profughi finanziati dalla Chiesa Valdese. Inoltre si sono recati nei cosiddetti territori liberati in direzione Oceano Atlantico, dove c’è la volontà di volere realizzare delle piantagioni di alberi ad esempio di ulivi. Contestualmente in “oriente”, Castellano ha incontrato l’Ambasciatore Italiano in Bosnia Nicola Minasi e i referenti per i sindacati locali e degli orfanotrofi da dove provengono la maggior parte dei circa 300 bambini che arriveranno oltre che in Sicilia, in altre 5 regioni italiane. Il vero problema che si vive oggi in Bosnia è una pesante crisi economica che mette in seria difficoltà la stessa vita di strutture di assistenza come appunto gli orfanotrofi. Ma con il diplomatico Italiano Castellano ha iniziato anche a discutere per l’avvio di progettualità che vadano in direzione anche di scambi culturali ed altro. Quindi grande fermento in casa dell’Associazione Luciano Lama dove adesso nell’immediato tutta la macchina organizzativa viene concentrata proprio sull’arrivo dei bambini.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ti potrebbero interessare anche...

Enna – Asp: nuovo personale medico nel Dipartimento della Salute Mentale di Enna

Enna – Asp: nuovo personale medico nel Dipartimento della Salute Mentale di Enna

  Assunti tre medici psichiatri dall'Azienda Sanitaria Provinciale di Enna. Hanno sottoscritto il contratto a tempo determinato i dottori Francesco Suraniti,...

Gagliano Castelferrato - Incidente nei pressi del cimitero, muore imprenditore 51enne

Gagliano Castelferrato - Incidente nei pressi del cimitero, muore imprenditore 51enne

Incidente mortale questa mattina nei pressi del cimitero di Gagliano Castelferrato, in contrada Santa Maria. A perdere la vita un...

Roma – coronavirus: proposte delle associazioni per la tutela dei pazienti oncologici e onco-ematologici

Roma – coronavirus: proposte delle associazioni per la tutela dei pazienti oncologici e onco-ematologici

 Le 30 Associazioni di pazienti oncologici e onco-ematologici del progetto "La salute: un bene da difendere, un diritto da promuovere" hanno sottoposto all'attenzione...

Scicli (Ragusa) - ConfeserFidi: le imprese chiedono tassi più bassi

Scicli (Ragusa) - ConfeserFidi: le imprese chiedono tassi più bassi

Il consorzio fidi ConfeserFidi ha ricevuto da alcune  centinaia di aziende italiane la richiesta di accesso alla procedura de materializzata...