Ultime
DEDALOMULTIMEDIA
17-06-19

dunarea 2019 2020

Si respira sin d’ora un’atmosfera di notevole fermento, nella cittadina marinara incastonata sul litorale agrigentino, in vista del 6° Autoslalom Sciacca Terme, la kermesse automobilistica destinata ad accendere i motori nel weekend compreso tra sabato 15 e domenica 16 giugno, su una sezione del tracciato che, anni addietro, ospitò la leggendaria cronoscalata Sciacca-Monte Kronio. Nicolò Incammisa

In attesa di procedere alla definizione del ‘roster’ completo dei piloti ‘smaniosi’ di accettare la nuova sfida tra i birilli, il dato più rilevante riguarda le iscrizioni, che proprio in queste ore continuano a pervenire numerose sui tavoli del Comitato organizzatore, coordinato come tradizione consolidata dal Team Palikè Palermo (con al timone Annamaria Lanzarone, Nicola, Dario, Roberto ed Alice Cirrito). A promuovere a 360° sul territorio lo slalom è inoltre la Scuderia Sciacca Corse, a sua volta rappresentata dal presidente Pierpaolo Cravotta e dai collaboratori-piloti Stefano Sutera, Stefano Marciante ed Ignazio Bonavires (già campione italiano Slalom gruppo N 2017). Patrocinio a cura del Comune di Sciacca, retto dal sindaco Francesca Valenti.

Il 6° Autoslalom Sciacca Terme (al quale viene abbinato pure per quest’anno il Memorial “Pasquale Tacci”, in ricordo delle gesta sportive di un grande pioniere dell’automobilismo saccense, protagonista al volante di vetture quali Alfa Romeo, Porsche e Ferrari al via di importanti competizioni automobilistiche tra gli anni Cinquanta e Settanta del Novecento, tra le quali Targa Florio, Giro di Sicilia e prestigiose cronoscalate), si è visto confermare per quest’anno da AciSport ben cinque validità, tra nazionali e regionali, a riprova della qualità offerta dalla manifestazione allestita nella cittadina nota per il più antico Carnevale di Sicilia, per la sua industria ittico-conserviera, per le apprezzate case vinicole ed olearie, per il corallo e le ceramiche.

Lo “Sciacca Terme” avrà infatti valenza per il rinnovato Trofeo d’Italia Sud della specialità (è terza prova stagionale), per la Coppa AciSport 5a zona (di cui costituisce il terzo appuntamento), per il Trofeo Italiano Femminile (vinto per due anni consecutivi, 2017 e 2018, dalla palermitana Enza Allotta), per il Campionato siciliano AciSport Slalom (quale settima tappa per l’anno solare in corso), nonché per lo Challenge Palikè 2019, la serie regionale promossa dal Team Palikè Palermo per la ventunesima volta e sempre capace di riscuotere grossissimi consensi tra i piloti e gli addetti ai lavori.

Tra le tante novità di quest’anno, l’abbinamento dello Challenge Palikè (che proprio a Sciacca aprirà la sua stagione, “spalmata” su sei appuntamenti, fino ad ottobre) con il Memorial “Alberto Ventura”, in ricordo del commissario di percorso alcamese AciSport scomparso nel febbraio scorso nel Palermitano, a causa di un incidente stradale. Una targa verrà consegnata al vincitore alla conclusione dei sei round valevoli per la serie regionale. Lo Challenge Palikè 019 godrà inoltre del supporto, in veste di media partner ufficiale, della rivista specializzata nazionale RS RallySlalom e oltre, che coprirà tutte le gare con servizi, foto, curiosità ed interviste.

Confermato invece dagli organizzatori il selettivo percorso di gara, riconosciuto ed apprezzato da tutti per le sue peculiarità tecniche e logistiche. Lo Slalom Sciacca Terme “atto sesto” si disputerà domenica 16 giugno, ancora lungo la strada provinciale n. 54, arteria che, dalla periferia cittadina, s’inerpica sino al monte Kronio, che sovrasta la città termale. Il tratto interessato dalla corsa automobilistica è della lunghezza di poco meno di 3 km (2,990 km, tanto per essere esatti).

Lo “start” sarà localizzato sul prolungamento di via Aldo Moro (dove è stato previsto l’allineamento per le vetture, poco prima della partenza), mentre l’arrivo è individuato lungo la via San Calogero al Monte (sempre ricadente sulla s.p. 54), non lontano dalla famosa Basilica Santuario dedicata a San Calogero. Sono tre le manche cronometrate, da regolamento, senza ricognizione del tracciato (che ricalca in parte i fasti della mai dimenticata cronoscalata Sciacca-Monte Kronio, capace di raggiungere la massima notorietà tra gli anni Ottanta e Novanta del secolo scorso). Il citato percorso verrà chiuso come da decreto dalle autorità locali al transito veicolare a partire dalle 7 di

domenica 16 giugno.

Il 6° Slalom Sciacca Terme entrerà comunque nel vivo nel pomeriggio di sabato 15 giugno, con le canoniche verifiche sportive e tecniche, previste, rispettivamente, dalle 14.30 alle 19 nei locali della Casa comunale di corso Vittorio Emanuele e dalle 15 alle 19.30 nell’attigua piazza Scandaliato, “salotto” di Sciacca. I motori si accenderanno sul serio domenica 16 giugno, alle 9, con il coordinamento dell’esperto direttore di gara casertano Gioacchino Cimmino. Sono tredici, nel suo complesso, le postazioni di rallentamento ideate per i concorrenti, con altrettante serie di birilli collocati in punti “nodali” del percorso.

La premiazione, coordinata dal Team Palikè e dalla Sciacca Corse al completo, si terrà solamente dopo l’apertura del parco chiuso, nel piazzale antistante la Basilica Santuario di San Calogero al Monte Kronio. Nel corso della cerimonia saranno assegnati due speciali trofei. Il Memorial “Pasquale Tacci” sarà attribuito al pilota locale che avrà realizzato il miglior punteggio, sommando le tre manche di gara. L’altro trofeo “Heart Mad” verrà invece consegnato al pilota che avrà siglato il miglior punteggio, ancora una volta sommando le tre sezioni cronometrate di gara, tra le vetture appartenenti alla classe 700 (le sempre affascinanti Fiat 500 e Fiat 126 tra Autostoriche, Attività di base, Bicilindriche e gruppo Speciale Slalom).

Ad imporsi nella passata edizione è stato il ventenne catanese (nato a Giarre) Michele Puglisi, campione siciliano Slalom in carica, su Radical Prosport Suzuki, davanti al veterano trapanese (di Custonaci) Nicolò Incammisa (Radical SR4 Suzuki) ed al marsalese Claudio Bologna, nell’abitacolo della sua Gloria C8F Suzuki. Tra i piloti locali, primato per Nino Di Matteo, con l’altra Gloria C8F Evo Suzuki, abile a precedere il giovanissimo Alberto Macaluso (con la Radical Prosport Suzuki) e Stefano Sutera, sul prototipo Barbone 001 Suzuki.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ti potrebbero interessare anche...

Enna – Acqua sospesa domani per 24 ore

Enna – Acqua sospesa domani per 24 ore

  La sociatà Sicilia Acque ha comunicato ad AcquaEnna la sospensione dell'erogazione idrica per 24 ore da domani 18 giugno. Ciò...

Lucca – 17 giugno: Giornata mondiale per la lotta alla desertificazione e la siccità.

Lucca – 17 giugno: Giornata mondiale per la lotta alla desertificazione e la siccità.

  Istituita dall’ONU in occasione della Convenzione per la lotta alla desertificazione (UNCCD – United Nations Convention to Combat Desertification, Parigi...

Enna - Incendio Morgantina, Trentacoste (M5S): “La situazione di incuria si protrae da anni”

Enna - Incendio Morgantina, Trentacoste (M5S): “La situazione di incuria si protrae da anni”

“Per fortuna non c’era nessuno, ieri, quando le fiamme hanno lambito l’area archeologica di Morgantina. Oggi, ci risiamo. Altri incendi...

Santa Teresa Riva (Me) – ZABUT, il Festival internazionale dei Corti di animazione

Santa Teresa Riva (Me) – ZABUT, il Festival internazionale dei Corti di animazione

Importanti novità in arrivo per la quarta edizione di ZABUT International Animated Short-film Festival, che quest’anno si svolgerà dal 26...