Riceviamo e Pubblichiamo

DEDALOMULTIMEDIA

Sabato, 25 Marzo 2023

 1000X200px SUPERSTORE IPERSTORE 21 30 MARZO

Non potevamo più tacere su quanto accaduto nei giorni scorsi all' Istituto “ Majorana- Cascino “ di Piazza Armerina in occasione di una assemblea – dibattito sullafuturo e tradizione enna legalizzazione della cannabis.
Come Circolo territoriale di FDI “Futuro e Tradizione“ di Enna non potevamo non esprimere il nostro pensiero su di una vicenda che taluni esponenti politici hanno strumentalmente trasformato in becera contrapposizione politica.
Ribadendo in primis il massimo rispetto e la massima gratitudine per le forze di Polizia grazie alle quali il nostro territorio è quotidianamente e scrupolosamente presidiato, assistiamo attoniti alle dichiarazioni di due autorevoli esponenti della CGIL i quali hanno dichiarato che si è trattato “ di un dibattito interrotto dalla Irruzione delle forze di Polizia “; o peggio che tale “ intervento abbia evidenziato ancora di più il Clima Repressivo che questo governo ha messo in atto sin dal suo insediamento “.
Che pena ci fanno questi signori ancora convinti che espletare il proprio dovere, tutelare determinati luoghi pubblici con le scuole in testa, presidiarli nell'unico ed esclusivo interesse che all'interno degli stessi le attività ed i dibattiti anche politici possano svolgersi nella maniera più serena possibile, possa essere letto come un abuso o peggio una limitazione della democrazia, del confronto e della libertà di pensiero.
Tutti espressione costoro, a vario titolo, di una sinistra, di quella sinistra che da anni, soprattutto all'interno delle scuole, ha consentito la massificazione più mortificante e squallida del pensiero umano, l'appiattimento sterile delle idee.
Una sinistra che ha criticato il merito convinta che nella vita e quindi anche nella scuola dobbiamo essere tutti uguali. Possiamo essere tutti uguali in partenza ma poi va avanti e viene meglio premiato chi è più capace, chi ha più stoffa, chi merita di più.
E che questa polemica sia strumentale ce lo conferma il fatto che una protesta così altrettanto vibrata come mai i soloni della sinistra, i depositari del verbo culturale e valoriale quali loro si sentono, non l'hanno messa in campo nelle scorse settimane allorquando quattro scalmanati di anarchici hanno messo a soqquadro strade, piazza e negozi di tante nostre città per la nota vicenda che ha riguardato quel delinquente di Cospito ?
In questo caso le Irruzioni degli anarchici, queste si vere irruzioni, non hanno impressionato i sindacalisti della CGIL o i Giovani Democratici ? Il clima repressivo, questo si veramente repressivo, di questi scalmanati rivoluzionari come mai non è stato da nessun esponente della sinistra stigmatizzato ? In questo caso tutto è permesso ?
Bene ha fatto pertanto l’On.le Longi nel corso del suo intervento di ieri alla Camera dei Deputati allorquando, per amore della verità ed a difesa delle Forze dell’ordine, ha voluto precisare che a Piazza Armerina, in data 1 marzo, all’interno dell’assemblea da remoto né la stessa è stata interrotta dagli agenti in borghese né tanto meno gli stessi hanno proceduto con la identificazione degli studenti partecipanti così piuttosto come falsamente riferito, sempre alla Camera e nei giorni scorsi, dall’On.le Marino del PD.
Noi di Destra non siamo nervosi come scrive la sinistra giovanile; siamo al contrario assolutamente tranquilli, motivati ma soprattutto legittimati perchè, a differenza del PD che ha sgovernato per tantissimi anni senza avere mai vinto una elezione, il Centro destra e FDI in testa abbiamo ricevuto una legittimazione popolare della quale voi di sinistra, opportunistici campioni di democrazia, dovrete farvene una ragione chissà per quanti anni ancora. Figuriamoci poi se su temi quali la patria, la famiglia, la scuola, la cultura, le regole, il merito e tanti altri ancora debba essere la sinistra a poterci fare riflettere e peggio insegnarci qualcosa !!!
Fatevi un serio ed approfondito esame di coscienza e capirete perchè la sinistra, che per tanti anni ha difeso gli interessi di tante categorie della nostra società, è oggi, ma in verità, già da tanti anni, sparita dalle fabbriche, dalle periferie, dalle borgate, da tanti ceti della popolazione che non si sono più visti rappresentati dalla pochezza ma soprattutto dall' anacronistico elitarismo delle vostre idee; la gente sana ma soprattutto mentalmente libera lo ha ben capito e lo scorso 25 settembre, avendo potuto finalmente votare, vi ha massacrato dentro le urne. Continuate così e chissà per quanti anni ancora governeranno la Destra e tutto il Centrodestra.

Il Circolo territoriale “Futuro e Tradizione “ di Enna

Commenti offerti da CComment