Parliamone insieme
DEDALOMULTIMEDIA
26-04-19

dunarea 2019 2020

In merito alle ultime dichiarazioni sulla situazione ospedaliera in provincia, rilasciate dall’amministrazione comun

ale di Enna, interviene il Sindaco di Leonforte, Carmelo Barbera, il quale afferma: 

carmelo barbera

«Riteniamo le stesse gravissime e

 sconclusionate in quanto mirano a destabilizzare e rendere più difficile il dialogo intrapreso per la risoluzione delle problematiche ospedaliere. È inaccettabile fomentare una guerra tra i poveri contro gli altri ospedali della provincia in un territorio disagiato come il nostro, se in passato questa guerra ha trovato appoggio da parte di qualche pol

iticante leonfortese pronto a spogliare il proprio territorio, ribadiamo, qualora ce ne fosse ancora bisogno, che adesso 

la musica è cambiata e che la salvaguardia e la tutela dell’ospedale di Leonforte è e rimarrà obiettivo primario di questa amministrazione. Gli ospedali della nostra provincia hanno tutti pari dignità e, cosa maggiormente importante,

 i cittadini di tutte le zone del territorio hanno pari dignità che non può essere messa da parte per il prestigio di un nosocomio a discapito di un altro. Diritto alla salute e prestigio ospedaliero sono due cose che non andranno mai di pari passo. Le condizioni in cui versa gran parte della viabilità provinciale non consentono un agevole nonché immediato trasporto o trasferimento presso altre strutture, motivo per cui riteniamo sia necessario salvaguardare e, anzi potenziare, tutte le strutture esistenti senza, ovviamente, depotenziarne qualcuna a scapito di altre. Auspichiamo, infine, un dialogo costruttivo e sincero con le amministrazioni di Nicosia e Piazza Armerina per la difesa dei nostri presidi ospedalieri e per il diritto di ogni cittadino di essere curato immediatamente, dialogo che siamo sicuri non mancherà».

Carmelo Barbera

Sindaco di Leonforte

 

La Sezione “Parliamone Insieme” è riservata a quanti hanno da dire qualcosa apponendo la propria firma agli scritti inviati alla Redazione. La Redazione controlla soltanto che non vi sia un linguaggio scurrile e offensivo. Chi si firma è responsabile del suo operato e solleva la Redazione da ogni responsabilità.

Commenti   

+1 #1 Cirano 2018-11-21 21:58
Siamo alle solite . Cambiano i sindaci ma la musica è sempre la stessa .....bla bla bla declinati in modo diverso ma sempre chiacchiere sono. A nessuno sarebbe venuto in mente di chiudere presidi sanitari che funzionano.Nico sia Piazza Armerina e Leonforte non sono presidi sicuri per i malati non certo per colpa dei governi ma a causa di carenze professionali evidenti a tutti .I malati preferiscono Enna. Bisogna pretendere aggiornamento operatori e smetterla con i campinilismi pericolosi per chi ha bisogno di buona sanità
Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ti potrebbero interessare anche...

I lavori al Viale Diaz con il maltempo rischiano di essere vanificati

I lavori al Viale Diaz con il maltempo rischiano di essere vanificati

Nelle ultime settimane sono pervenute a mezzo stampa diverse iniziative volte a potenziare e riqualificare il centro storico della città...

Europee: dalla parte dell’umanità e non dalla parte dell’odio

Europee: dalla parte dell’umanità e non dalla parte dell’odio

Il 26 Maggio si vota per le elezioni europee, che, molti hanno definito le elezioni più importanti degli ultimi dieci...

Sostenibilità in che senso?

Sostenibilità in che senso?

Le scriventi associazioni, grate dell’invito pervenuto da Codesto Comitato per la partecipazione alla manifestazione di cui all’oggetto, nel declinare lo...

La lingua italiana e il dialetto ennese

 La lingua italiana e il dialetto ennese

Da diverso tempo viene usata la lingua inglese in ogni settore, sopratutto in politica, dove, non solo quando parlano in...