Parliamone insieme
DEDALOMULTIMEDIA
07-05-21

Ammessi da un bando avviso 22 del 2018 circa 6.000 tirocinanti di tutta la Sicilia. Il bando riferito è del 2018 ma i tirocini sono iniziati nel settembre 2019 e molti tirocinanti da mesi già hanno concluso il tirocinio svolto.tirocinanteprofessionista 600x447

La regione Siciliana deve concludere i pagamenti da circa un anno. Nel bando dell'avviso 22 c'è scritto che saremmo stati pagati per ogni bimestre, ma nel tempo si sono accumulati ritardi su ritardi fino ad arrivare ad oggi. Siamo stati beffati per diverse ragioni e per svolgere l'attività presso enti ed aziende private abbiamo dovuto sostenere le spese per gli spostamenti. Non abbiamo potuto beneficiare dei numerosi bonus emessi dal governo e dalla regione Siciliana perché risultavamo assunti come tirocinanti, ruolo che non prevede la fruizione di qualunque bonus.

Più volte abbiamo sollevato il caso dei mancati pagamenti attraverso articoli di denuncia alle varie testate giornalistiche e Telegiornali regionali.

Con la collaborazione dei sindacati CGIL NIDIL e con l'aiuto di Andrea Gattuso, Segretario regionale, giorno 9 marzo siamo scesi in piazza a Palermo davanti la sede dell'Assessorato al Lavoro per una manifestazione di protesta e pare che i pagamenti cominceranno ad essere effettuati quando uscirà in Gazzetta Ufficiale l'approvazione del bilancio.

Staremo a vedere...

La retribuzione mensile ammonta a 500 euro, suddivisi in tre misure: misura A, dai 18 ai 36 anni; misura B, dai 37 ai 62 anni; misura C, per diversamente abili e soggetti svantaggiati.

Se i pagamenti non dovessero ripartire per il fine mese, aprile 2021, come prospettato dall'Assessorato al Lavoro, saremo pronti a riscendere in piazza per un'altra manifestazione di protesta a Palermo, perchè ci sentiremmo, per l'ennesima volta, presi in giro.

Molti dei tirocinanti attendono l'intera somma di pagamento, altri l'ultimo bimestre e la situazione, da gennaio 2021 ad oggi, risulta ancora bloccata.

Ad oggi il tirocinio ci ha soltanto sfruttati per un lavoro non completamente retribuito. Alla fine del tirocinio svolto siamo stati mandati a casa senza essere pagati e senza aver ottenuto alcuna occupazione. Riteniamo vergognosa tutta questa situazione. Il tirocinio ha dato il risultato opposto a quello che ci avevano prospettato fin dall'inizio.

Ci sentiamo delusi e amareggiati dalle istituzioni della politica regionale siciliana.

Oreste Lauria, portavoce dei tirocinanti dell'avviso 22

La Sezione “Parliamone Insieme” è riservata a quanti hanno da dire qualcosa apponendo la propria firma agli scritti inviati alla Redazione. La Redazione controlla soltanto che non vi sia un linguaggio scurrile e offensivo. Chi si firma è responsabile del suo operato e solleva la Redazione da ogni responsabilità.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ti potrebbero interessare anche...

Vicinanza del Partito Democratico ennese alle vittime di abusi sessuali

Vicinanza del Partito Democratico ennese alle vittime di abusi sessuali

Sulle recenti vicende di cronaca che coinvolgono il clero ennese, il Partito Democratico esprime vicinanza a tutte le vittime o...

Scuola: Individuare in modo chiaro soluzioni per lo svolgimento delle lezioni

Scuola: Individuare in modo chiaro soluzioni per lo svolgimento delle lezioni

In questi ultimi giorni la scuola italiana è di nuovo al centro del dibattito politico e non solo: fra le...

“Si muore sul lavoro come 100 anni fa... e questo non possiamo permettercelo”

“Si muore sul lavoro come 100 anni fa... e questo non possiamo permettercelo”

La Filctem Cgil di Enna si unisce al dolore della famiglia della lavoratrice di 22 anni che ha perso la...

Tirocinanti Avviso 22: i soldi ci sono, perché la Regione Siciliana non ci avvia al lavoro?

Tirocinanti Avviso 22: i soldi ci sono, perché la Regione Siciliana non ci avvia al lavoro?

  Noi tirocinanti dell'avviso 22 chiediamo alla Regione Siciliana tramite un ordine del giorno  presentato dei deputati del movimento cinque stelle...