Parliamone insieme
DEDALOMULTIMEDIA
08-03-21

Ma questa amministrazione sta realmente razionalizzando le risorse economiche dove necessitano????marino

SERVIZIO NAVETTA GRATUITO: un servizio che i contribuenti ennesi continuano a sostentare e che avrebbe senso qualora si potesse usufruirne, cosa che, in effetti, non si può fare.

La Sicilia, e coerentemente Enna, è stata annoverata tra le cosiddette zone rosse: tra tutti i divieti che ne conseguono, il divieto di abbandonare la propria abitazione se non in situazioni emergenziali o per usufruire delle poche attività commerciali rimaste aperte è chiaro anche agli occhi più profani. Alla luce di queste premesse e dell’assunto che il servizio in questione vede la sua ragione di esistere nella possibilità di evitare i pagamenti necessari per usufruire dei parcheggi “a strisce blu”, pagamenti che al momento risultano sospesi, ci si chiede per quale motivo i piani di organizzazione di siffatta prestazione non siano mutati con il mutare delle esigenze.

Dovete infatti sapere, cosa a volte oscura a chi non conosce gli ingranaggi del mondo politico, che nessun servizio comunale è realmente gratuito. Com’è giusto che sia, infatti, qualsivoglia opera o servizio che venga dichiarato gratuito trae la sua linfa vitale, da un punto di vista del suo sostentamento economico, dalle tasche dai contribuenti attraverso l’aumento del gettito delle tasse. Siamo noi, cittadini ennesi, a pagare tutti i servizi che vengono spacciati come gratuiti ed è per questo essenziale che i suddetti servizi siano quantomeno utili a chi li paga.

Pertanto, come mai in un momento in cui l’amministrazione ritiene di poter risparmiare sulla formazione dei nostri bambini (cfr. casi delle scuole Fontanazza e Rodari) ed in cui ogni euro potrebbe essere utile a chi ha dovuto adeguarsi alle chiusure forzate delle proprie attività commerciali, l’unica cosa su cui non si risparmia, è una prestazione sostanzialmente inutile ai più, e per di più, abbastanza dispendiosa?

In conclusione, vorrei sollecitare l’amministrazione Dipietro ad una strutturale riformulazione del piano di erogazione del servizio navetta gratuito e alla realizzazione di un nuovo piano che sia modellato secondo le esigenze della cittadinanza tutta e che renda possibile una coerente riallocazione delle risorse che verranno in tal modo risparmiate.

Stefania Marino

La Sezione “Parliamone Insieme” è riservata a quanti hanno da dire qualcosa apponendo la propria firma agli scritti inviati alla Redazione. La Redazione controlla soltanto che non vi sia un linguaggio scurrile e offensivo. Chi si firma è responsabile del suo operato e solleva la Redazione da ogni responsabilità.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ti potrebbero interessare anche...

`Il nostro destino si gioca in Sicilia', Conversazione con Calogero MANNINO a cura di LIMES

`Il nostro destino si gioca in Sicilia', Conversazione con Calogero MANNINO a cura di LIMES

LIMES Qual è il valore geopolitico della Sicilia? MANNINO La Sicilia è la chiave del Mediterraneo centrale e meridionale. Dall'isola...

Scuola: situazione insostenibile per il personale docente di ruolo fuori sede

Scuola: situazione insostenibile per il personale docente di ruolo fuori sede

  Il Coordinamento Nazionale Docenti della disciplina dei Diritti Umani intende segnalare le tantissime email pervenute dal personale educativo in merito...

Cosa abbiamo perduto passando dal servizio al sistema sanitario nazionale?

Cosa abbiamo perduto passando dal servizio al sistema sanitario nazionale?

    Il nostro Sistema Sanitario è ancora detto “Nazionale”, anche se – per dirla in tutta sincerità – di Nazionale ormai...

Libertà per Dana Lauriola, militante No Tav, in carcere dal 17 settembre

Libertà per Dana Lauriola, militante No Tav, in carcere dal 17 settembre

Dana Lauriola, militante No Tav, è in carcere dal 17 settembre 2020 ‒ e, dunque, da quasi sei mesi ‒...