Parliamone insieme
DEDALOMULTIMEDIA
26-10-20

 

Il mio infinito 'GRAZIE' va alle quasi mille attestazioni di fiducia espresse alla mia persona e alla brunosplendida realtà di Civ.Es che ho avuto l’onore di rappresentare alle Amministrative 2020.

Abbiamo dato il massimo e ci siamo presentati con vero spirito di squadra. Abbiamo parlato alle persone (e non alle loro pance) di un progetto di rilancio della città, di risveglio delle coscienze, di rigenerazione politica, di rifiuto delle solite logiche.

Abbiamo messo la faccia, ci siamo assunti la responsabilità, abbiamo lavorato con passione e amore per la nostra comunità cittadina, abbiamo gettato ponti, abbiamo ascoltato e raccolto istanze, abbiamo affrontato scogli durissimi, abbiamo vissuto l'affanno di chi vuol restare libero.

La COERENZA, di cui siamo fieri e che NON pensiamo affatto sia appannaggio degli illusi, l’abbiamo pagata molto cara. Sapevamo infatti sarebbe stata premiata da pochi.

Il consenso ottenuto da Civ.Es infatti è espressione del voto LIBERO. Libero da qualsiasi condizionamento politico, svincolato da accordi su futuri appuntamenti elettorali, esente da promesse, affrancato da strategie di potere, scevro da obblighi di qualsiasi natura. E se si pensa alle condizioni di inferiorità della nostra lista rispetto alle liste corazzate con cui sono scesi in competizione Maurizio Dipietro e Dario Cardaci, è un risultato in termini percentuali più che straordinario, che siamo fieri di avere ottenuto.

Ma come ormai di consueto, nell’esercizio dell’analisi del voto, sia seduti a un bar che nelle sedi di partito, chi perde, anziché rassegnarsi al responso che ha dato la città, si giustifica scadendo nelle recriminazioni, nei giudizi e persino nelle accuse. Sembra adesso, secondo la tesi di qualche illustre esponente della stampa locale, che la colpa della débâcle del PD e della coalizione del candidato Cardaci è colpa di chi, come noi, ha operato la scelta di correre in solitaria, rimproverandoci persino una certa “presunzione e arroganza”. Consigliamo un'utile verifica sul significato di “etica politica”, in essa non è mai contemplato il termine “suicidio”.

Civ.Es chiede rispetto per le proprie scelte e non accetta lezioni da nessuno. Q-ualcuno tra l’altro sa benissimo, poiché lo ha previsto in un suo articolo, che neanche se noi di Civ.Es insieme ai Cinquestelle, mettendoci dentro, per paradosso, anche la Lega, si sarebbe mai smontato il 58 percento di Dipietro.

Noi di Civ.Es vogliamo piuttosto invitare gli ennesi a cimentarsi ad una “analisi del voto” diversa, più stimolante, facendo un serio distinguo ed elevando il ragionamento su livelli più alti che non sia “il rasoterra” della conta. Si provi una volta per tutte a riflettere sulla qualità della proposta politica nella sua interezza: programma, metodo, azione.

Civ.Es è stata, e resterà sempre, dalla parte dei cittadini e di chi ama la buona politica. Da questo risultato, per noi più che positivo, RIPARTIAMO tornando là dove siamo sempre stati: IN MEZZO A VOI, per costruire insieme un tessuto sociale rinnovato e libero! Saremo da pungolo, offriremo collaborazione, proporremo idee e suggerimenti, ma vigileremo, determinati come sempre.

Maurizio Bruno

 

La Sezione “Parliamone Insieme” è riservata a quanti hanno da dire qualcosa apponendo la propria firma agli scritti inviati alla Redazione. La Redazione controlla soltanto che non vi sia un linguaggio scurrile e offensivo. Chi si firma è responsabile del suo operato e solleva la Redazione da ogni responsabilità.

Commenti   

+7 #6 Mario 2020-10-12 12:32
Da quanto ho potuto apprezzare nella campagna elettorale, condotta da CIVES, mi sembra rispetto ad altre componenti politiche, molto sobria e diretta. Credo tutti siamo stati liberi di votare che ritenevamo più opportuno, la maggioranza si è sentita libera di votare, Dipietro, chi Cardaci, chi Bruno, Savoca e Amato.
Ritengo che è opportuno osservare questo nuovo gruppo politico nascente, vediamo cosa vuole fare e cosa vuole proporre. In bocca al lupo.
Citazione
0 #5 Paolo 2020-10-12 12:28
Arraggiate
Citazione
+6 #4 Mauro Vaccaro 2020-10-12 12:09
Alberto e Franco... ma non pensate che chi insulta l'intelligenza altrui siete voi?
Dalla lettura del comunicato di Bruno, non ho letto parole che affermano che chi è libero ha votato SOLO Cives.
Ho letto che il voto dato a CIVES, è Libero.
Se poi intendete interpretarlo diversamente, siete liberi di farlo, ma date l'idea che siete un tantino stizzosi, insinuando cose false.
Io ho votato CIVES e sono libero. E conosco amici liberi pure loro che hanno votato altrove.
Magari qualche lezioncina di italiano?
Citazione
+5 #3 Paolo 2020-10-11 15:01
Caro sign Franco e sign Alberto cosa vi brucia? Forse il fatto che quando qualcuno dice la verità e non ha paura di mettersi in gioco senza avere nessuno dietro che dica cosa e come votare facendoti sembrare una marionetta?? Il voto libero è espressione di gente che decide con suo il cuore e con la sua mente e non quella dì qualcuno che promette!!!
Citazione
-21 #2 Franco 2020-10-11 11:47
Veda Sig. Bruno, il voto non può essere considerato libero solo se viene dato a lei. È un insulto a tutti gli elettori. Lei con il suo ego smisurato ha buttato alle ortiche il progetto cives che a me piaceva. Lei doveva essere il candidato sindaco a tutti i costi ed è stato bocciato sonoramente. Se ne rende conto o no?
Citazione
-21 #1 Alberto 2020-10-11 08:26
Chiunque abba votato CIVES è libero, gli altri sono schiavi di non si è ben capito cosa.

Sono un imprenditore, non ho mai preso un lavoro pubblico e nemmeno un lavoro per università o altro, ho deciso di non votare CIVES perché trovo il candidato Bruno una bravissima persona dal punto di vista umano, ma con gravi lacune da un punto di vista politico, basti guardare il video di Confcommercio in cui annaspa chiaramente in mezzo ad una mancanza totale di idee.

Tuttavia, stamattina, mi sveglio, apro Dedalo e scopro che, siccome non ho votato Cives, non sono una persona libera.

A differenza sua, caro (ex) consigliere Bruno, io credo seriamente nella libertà e, se lei ritiene corretto offuscare la sua mancata elezione dietro una mancanza di libertà degli elettori ennesi, faccia pure.

Ma non esiti a farsi un profondo esame di coscienza.
Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ti potrebbero interessare anche...

“Ricordi di Sicilia “ : Quando Morena mi aggiustava il nodo alla cravatta

“Ricordi di Sicilia “ : Quando Morena mi aggiustava il nodo alla cravatta

                               Ragazzini vestiti da uomini eravamo. Alle...

24 ottobre Giornata internazionale delle Nazioni Unite

24 ottobre Giornata internazionale delle Nazioni Unite

Il 24 ottobre ricorre la Giornata internazionale delle Nazioni Unite. In tale giorno nel lontano 1945 entrò in vigore lo...

Movimento Unito Dipendenti 118: stato di agitazione di tutto il personale della Seus Scpa

Movimento Unito Dipendenti 118: stato di agitazione di tutto il personale della Seus Scpa

Prendiamo atto dagli organi di stampa, con immensa delusione, che non vi sarebbe copertura economica per la Legge Regionale numero...

Scuola: sospendere il concorso per l’immissione in ruolo del corpo docente precario

Scuola: sospendere il concorso per l’immissione in ruolo del corpo docente precario

Il Coordinamento Nazionale dei Docenti della disciplina dei Diritti Umani, a meno di 24 ore dall’avvio della procedura straordinaria per...