Parliamone insieme
DEDALOMULTIMEDIA
21-09-20

dunarea de jos 2020

 

dario cardaci dedalo

 

Nostra Enna è nata da un gruppo di ragazzi e ragazze provenienti da tutti i paesi della provincia di Enna (e non solo), che negli ultiminostra anni e mesi erano in contatto per discutere e affrontare alcuni temi importanti, come: la scuola, le strade, la sanità, la politica locale, regionale e nazionale. Con il ruolo che ricopro mi confronto giornalmente con tantissimi giovani, studenti, lavoratori e semplici simpatizzanti, che oggi in quasi tutti i paesi della provincia sono i tanti attivisti e militanti del comitato per il No. Non posso quindi che ringraziare tutti coloro, che a pochi giorni dal 20-21 Settembre, sono per le vie del proprio paese, per portare avanti degli ideali, diffondendo e difendendo la cultura della democrazia e delle istituzioni repubblicane contrastando le loro degenerazioni. Ringrazio anche le varie associazione del nostro territorio, che hanno aderito al comitato, tra cui: alcuni circoli dei Giovani Democratici, i Volt e le 6000 Sardine di Enna. Ringrazio anche i “coraggiosi”, coloro che si sono esposti seguendo i propri ideali e valori in modo contrario a quelle dettate dal proprio partito e che in questi giorni si sono attivati per sostenere le motivazioni del No. Un appello che sento di fare a nome di tutti è rivolto ancora una volta a tutte le segreterie di partito e ai Sindaci della provincia di Enna, che da anni fanno politica nel proprio territorio “DITE LA VOSTRA” ne vale della rappresentanza delle Città e dei Paesi della provincia di Enna. Un appello invece è rivolto a tutti quei cittadini delusi e irritati dalla politica e dalle istituzioni “riformare le istituzioni è essenziale per salvare la democrazia italiana ma non è un problema quantitativo che migliorerà la politica, bensì un problema qualitativo, è necessario attuare una modifica della legge elettorale per dare maggiore rappresentanza ai territori e creare un filo diretto tra rappresentato e rappresentante; per superare gli attuali meccanismi di composizione delle liste elettorali che vedono il potere decisionale affidati in modo del tutto esclusivo alle segreterie di partito. Questo nuovo corso della democrazia in Italia non può che partire dalla vittoria referendaria del NO al taglio dei parlamentari. Al momento la maggior parte dei giovani sono i protagonisti di questa battaglia, in quanto saranno e saremo noi ad ereditare la democrazia italiana e a dover essere una classe dirigente migliore di quella attuale.

Il coordinatore provinciale di Nostra Luigi Sotera

 

 

La Sezione “Parliamone Insieme” è riservata a quanti hanno da dire qualcosa apponendo la propria firma agli scritti inviati alla Redazione. La Redazione controlla soltanto che non vi sia un linguaggio scurrile e offensivo. Chi si firma è responsabile del suo operato e solleva la Redazione da ogni responsabilità

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ti potrebbero interessare anche...

Non è vero che i frutti debbano cadere per forza vicino al ramo!

Non è vero che i frutti debbano cadere per forza vicino al ramo!

  Voglio rivolgermi ai giovani democratici, non perché sia turbato dal contenuto della nota, nonostante questo sia il secondo attacco personale...

DURA LEX, SED LEX

DURA LEX, SED LEX

Cominciamo citando la norma, così da andare dritti al punto: "Il personale che riveste funzioni direttive negli uffici o nelle...

30° anniversario della morte del giudice dott. Rosario Livatino

30° anniversario della morte del giudice dott. Rosario Livatino

Il Coordinamento Nazionale dei Docenti delle discipline dei Diritti Umani ricorda il 30° anniversario della morte del giudice dott. Rosario...

Giovani UDC: Referendum, Votiamo NO per salvare la nostra Democrazia

Giovani UDC:  Referendum, Votiamo NO per salvare la nostra Democrazia

"Amiche e Amici, Domenica e Lunedì siamo chiamati a votare per il Referendum Costituzionale sul Taglio dei Parlamentari. Come già annunciato...