Parliamone insieme
DEDALOMULTIMEDIA
18-09-20

dunarea de jos 2020

 

dario cardaci dedalo

 

Cinque anni fa, come gruppo, facemmo la scelta di fermarci in quanto eravamo fermamente convinti che altre frammentazioni melopotessero significare ulteriori conflittualità; probabilmente sbagliammo in quanto i risultati non furono quelli attesi.

Le divergenze tra le posizioni ed i toni altissimi sono state la costante di questi anni, ciò si evince anche dalle iniziative legali messe in campo, strumenti mai utilizzati nel passato.

La nostra iniziativa nasce dalla preoccupazione diffusa per un benessere solo apparente e non sostanziale all'interno della nostra città.

L'idea di governo è stata relativa all'occupazione di posizione in cui si è confuso il concetto di responsabilità con potere.

Dato molto preoccupante è l'isolamento che la nostra città ha subito anche a livello economico, politico ed infrastrutturale, non si esce dall'isolamento geografico senza una rete viaria adeguata. Il prestigio della nostra comunità è stato superato da realtà a noi vicine, le quali si trovavano decenni indietro rispetto Nicosia e adesso non solo sono avanti, ma ci hanno sottratto la centralità territoriale.

Attualmente, purtroppo le cose non vanno molto bene nella realtà, ma solo sui social: la realtà è molto diversa, si assiste ovunque a disordine, mancanza di regole e decoro, la ricchezza è molto diminuita e ha decisamente contribuito l'aumento dell'imposizione fiscale comunale. Mai in questi anni è stato affrontato il problema del costo dell'acqua diventato ormai insostenibile.

Il divario tra il benestante ed il poco abbiente si è accentuato sempre più, provocando un esodo epocale, la cosa triste è che si investe sui giovani solo durante la campagna elettorale per poi abbandonarli al proprio destino.

NOI non abbiamo la bacchetta magica per impedire tutto ciò, ma abbiamo la voglia, la determinazione e la competenza per provarci, Il nostro obiettivo è quello di mettere le giovani generazioni davanti alla scelta di andare via e non essere costretti a farlo!

Non basta il lifting per nascondere le piaghe!

NOI proponiamo di riconvertire la macchina amministrativa in macchina produttiva, in modo da poter attrarre tutte le risorse messe a disposizione delle varie norme e bandi pubblici, al fine di attrarre investimenti non sporadici ma strategici e finalizzati al giusto sviluppo, primo fra tutti infrastrutturale ed ambientale. Sono state utilizzate tutte le risorse interne disponibili, ma oggi vanno attratti finanziamenti esterni; la macchina amministrativo-produttiva deve essere messa nella possibilità di produrre un parco progetti imponente.

Non c'è più tempo; o siamo pronti o siamo morti!

Melo Lizzo

 

 

 

La Sezione “Parliamone Insieme” è riservata a quanti hanno da dire qualcosa apponendo la propria firma agli scritti inviati alla Redazione. La Redazione controlla soltanto che non vi sia un linguaggio scurrile e offensivo. Chi si firma è responsabile del suo operato e solleva la Redazione da ogni responsabilità.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ti potrebbero interessare anche...

Giovani UDC: Referendum, Votiamo NO per salvare la nostra Democrazia

Giovani UDC:  Referendum, Votiamo NO per salvare la nostra Democrazia

"Amiche e Amici, Domenica e Lunedì siamo chiamati a votare per il Referendum Costituzionale sul Taglio dei Parlamentari. Come già annunciato...

C'ERAVAMO TANTO AMATI

C'ERAVAMO TANTO AMATI

Era il 21 Settembre 2017. In una tesa serata di inizio autunno non passa la mozione di sfiducia presentata dal...

Liste Dipietro: “Non possiamo accettare lezioni da chi...è docente di raccolta anomala del consenso”

Liste Dipietro: “Non possiamo accettare lezioni da chi...è docente di raccolta anomala del consenso”

In merito alle recenti polemiche innescate sul tema della composizione delle liste elettorali a sostegno del candidato Maurizio Dipietro, il...

Enna - Legambiente infuriata per l'annullamento della manifestazione della pulizia

Enna - Legambiente infuriata per l'annullamento della manifestazione della pulizia

Pista impegnata, rinviata la manifestazione di pulizia del Lago di Pergusa. Legambiente: non è più accettabile che un luogo così...