Parliamone insieme
DEDALOMULTIMEDIA
24-09-20

dunarea de jos 2020

 

dario cardaci dedalo

 

Dopo un lungo discernimento, mi pregio di comunicare che la lista dei candidati a consigliere comunale del gruppo "Ricostruiamo messina salPietraperzia", è ultimata da circa dieci giorni, non è stata ancora presentata a seguito di una nota della Prefettura di Enna che prevede la presentazione dal 04 al 09 Settembre 2020. Sarà mia cura, quanto prima, di esporla a tutti per fare le vostre scelte.

Per quanto mi riguarda ho voluto tener conto di quasi tutte le fasce d'età per poter leggere la futura storia del paese attraverso la visione positiva e invincibile dei giovani (ve ne sono parecchi in lista) vagliata e sostenuta dalla fattività e dall'equilibrio di chi, negli anni, ha fatto esperienza. Sono convinto che la società abbia bisogno di uomini e donne capaci di saper ascoltare non solo i bisogni primari della gente ma anche i sogni, e le attese personali, le profezie.

Non ho mai creduto di dover dividere gli uomini in fasce d'età come compartimenti stagno ma, semmai, di saper riconoscere in ogni uomo il fanciullo che vi alberga e la saggezza dell'equilibrio. Unire in politica le due cose significa ascoltare, cioè udire attentamente qualcuno e non sentire, cioè disporre delle facoltà dell'udito. Ascoltare quindi un popolo significa farsi carico di ogni bisogno che passa si dalla capacità del fare (vedi esperienza) ma anche dalla capacità di sognare e di vivere nella speranza che quel sogno possa diventare realtà... Chi più dei giovani è capace di immaginare e proporre con limpidezza e onestà nuovi confini?

Facciamo tutti un salto in avanti affinché la storia sia la radice, il presente la realizzazione di un progetto, il futuro la capacità di osare.

Amici elettori, siate pronti a recarvi alle urne per dare il vostro contributo alla democrazia che regola ancora la nostra nazione. Non rinunciate ad un diritto (il voto) che molto è costato alle passate generazioni, siate fieri delle vostre scelte anche se fossero voti di protesta ma andate alle urne. Non crediate che rinunciare al voto sia un buon modo per rendere nota la vostra sfiducia alla politica anzi, è il modo migliore per cedere le armi rica coloro i quali vi hanno sfiduciato. Siate risoluti e fermi, protestate se volete ma presso le urne dove viene dato a tutti noi la dignità di essere figli attivi della propria terra e non schiavi di pochi. Utilizziamo gli strumenti della democrazia con l'augurio, per ciascun candidato sindaco o consigliere, di poter realizzare il bene comune!

 

Geom. Salvuccio Messina

Candidato Sindaco del comune di Pietraperzia

 

 

 

 

 

 

 

La Sezione “Parliamone Insieme” è riservata a quanti hanno da dire qualcosa apponendo la propria firma agli scritti inviati alla Redazione. La Redazione controlla soltanto che non vi sia un linguaggio scurrile e offensivo. Chi si firma è responsabile del suo operato e solleva la Redazione da ogni responsabilità.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ti potrebbero interessare anche...

“Sui concorsi al Comune di Enna le opposizioni non erano strumentali”

“Sui concorsi al Comune di Enna le opposizioni non erano strumentali”

Apprendiamo e seguiamo con interesse l’intervento dell’Assessorato Regionale delle autonomie locali e della funzione pubblica in relazione alla segnalazione sui...

Enna - NOstra all’indomani del referendum ringrazia gli elettori

Enna - NOstra all’indomani del referendum ringrazia gli elettori

Grazie a tutti coloro che hanno creduto nel nostro lavoro. All'indomani del referendum confermativo parlano i numeri e le percentuali. Un...

La struttura del PEI per gli studenti con disabilità

La struttura del PEI per gli studenti con disabilità

Il Coordinamento Nazionale Docenti della disciplina dei Diritti Umani accoglie con favore l’intento del Ministero di uniformare a livello nazionale...

Non è vero che i frutti debbano cadere per forza vicino al ramo!

Non è vero che i frutti debbano cadere per forza vicino al ramo!

  Voglio rivolgermi ai giovani democratici, non perché sia turbato dal contenuto della nota, nonostante questo sia il secondo attacco personale...