Parliamone insieme
DEDALOMULTIMEDIA
31-05-20

dunarea de jos 2020

Dopo quasi un mese rivolgiamo ai vertici dell’ASP di Enna la stessa domanda di allora.ospedale

Quando sarà possibile il ritorno alla normalità dell’attività ospedaliera all’Umberto I di Enna?

L’Ospedale di Enna ha affrontato la fase tumultuosa del COVID. E lo ha fatto con efficacia. I tre reparti approntati che hanno gestito le varie fasi di questa pandemia, sono stati punti di riferimento del territorio provinciale. 

Era il 27 aprile quando ipotizzavamo la chiusura di 2 dei 3 reparti COVID per ridare vita a quei reparti sospesi e rispondere alle esigenze di salute di tutti i pazienti. Allora i ricoverati complessivi, alcuni dei quali in attesa della negativizzazione dei tamponi, erano circa 40.

Da alcuni giorni si sono svuotati gli spazi della semintensiva e del covid 1. Nell’ultima settimana il numero dei ricoverati COVID è stato sempre sotto le 10 unità e in atto vi è un solo ricoverato, gestito da quel reparto che è stato etichettato covid 2. Un riarrangiamento del reparto di medicina, che, in questo modo, non può garantire la sua degenza ordinaria. Anche le attività ambulatoriali, di diabetologia, di pneumologia, di endocrinologia, di medicina interna sono sospese. Così ad essere penalizzati sono i pazienti di queste branche internistiche e non solo. Pazienti con patologie croniche che non hanno punti di riferimento. Sono passati più di quindici giorni dalla fine del lockdown e la situazione, fortunatamente, continua ad essere sotto controllo.

Alla domanda di un mese fa ne aggiungiamo un’altra. Qual’è il freno che non permette di ritornare a garantire, all'Umberto I, l'assistenza ai pazienti con patologie non covid? Il diritto alla salute e alle cure va garantito a tutti.

Aspettiamo delle risposte.

 

Il Segretario Provinciale

     (Vittorio Di Gangi)

  
La Sezione “Parliamone Insieme” è riservata a quanti hanno da dire qualcosa apponendo la propria firma agli scritti inviati alla Redazione. La Redazione controlla soltanto che non vi sia un linguaggio scurrile e offensivo. Chi si firma è responsabile del suo operato e solleva la Redazione da ogni responsabilità.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ti potrebbero interessare anche...

Giornata mondiale senza tabacco 2020

Giornata mondiale senza tabacco 2020

Il Coordinamento nazionale dei docenti della disciplina dei diritti umani, in occasione della Giornata mondiale senza tabacco 2020 (World No...

Quante incongruenze per riaprire la scuola!

Quante incongruenze per riaprire la scuola!

  Il Coordinamento nazionale dei docenti della disciplina dei diritti umani, dopo aver attentamente valutato i contenuti del “Documento tecnico sull’ipotesi...

Federconsumatori Sicilia: il Governo intervenga contro il caro voli

Federconsumatori Sicilia: il Governo intervenga contro il caro voli

  Dopo la delusione per i voucher per i viaggi annullati, invece dei rimborsi, ora arrivano da più parti segnalazioni di...

Lucca – I docenti ricordano importanza storica Festa della Repubblica

Lucca – I docenti ricordano importanza storica Festa della Repubblica

Il Coordinamento nazionale dei docenti della disciplina dei diritti umani intende ricordare, come tutti gli anni, l’importanza storica della Festa...