Parliamone insieme
DEDALOMULTIMEDIA
25-05-20

dunarea de jos 2020

Dalle disposizioni di servizio emesse dalla Dirigenza ASP di Enna si evince che non è stato preso, minimamente in chielloconsiderazione il contenuto della nota-esposto datata 08/04/2020, con la quale si evidenziava l’assurdità “di disporre ordini di servizio per i medici del nostro Ospedale per impiegarli ad intermittenza presso l’unità Covid19 dell’Ospedale Umberto I° di Enna, in modo da sopperire alle carenze di personale. I medici e gli infermieri comandati, dopo aver prestato servizio nell’unità Covid, dovranno comunque operare presso il nostro Ospedale, nei loro reparti, mettendo così a rischio i colleghi, il personale ausiliario e gli stessi pazienti.”

Infatti dei sanitari in forza all’ospedale M. Chiello di Piazza Armerina sono stati utilizzati presso l’unità COVID-19 dell’Ospedale Umberto I° di Enna, quindi sottoposti a tampone, che solo per la protezione aggiuntiva di Maria S.S. delle Vittorie sono risultati negativi.

Ciò dimostra che, per la Dirigenza dell’Asp, un semplice cittadino e un medico, in fatto di responsabilità sono equivalenti; non ha alcuna importanza la particolarità dell’ambiente in cui lavora (la sala operatoria) e la delicatezza del lavoro che è chiamato a svolgere (interventi sulla persona) che impongono una prudenza di gran lunga maggiore a copertura della responsabilità del firmatario dell’ordine di servizio.

Ma se la Dirigenza vuole intestardirsi a coprire i buchi di assistenza presso l’unità COVID-19 di Enna con personale di Chirurgia e Ortopedia dell’Ospedale M. Chiello, sia perentoriamente rispettato un normale periodo di Quarantena prima di restituirli al loro lavoro abituale, perché l’esito, sia pur favorevole del tampone, non solleva dalla responsabilità dei rischi che si potrebbero innescare. Per rendersi conto della gravità di certe decisioni, che vengono prese con leggerezza, basta dare un’occhiata a quanti medici e infermieri sono morti a causa dell’epidemia e sono morti anche dei farmacisti che hanno incontrato il virus, si può dire di sfuggita.

Pur valutando come un lodevole gesto da parte del Direttore generale dott. Francesco Iudica, l’aver rassegnato le dimissioni dopo la nomina della Commissione d’inchiesta, (pur stranamente rigettate dall’Assessore Razza) egli non continui a insistere su metodiche e scelte sicuramente discutibili per razionalità, ma voglia invece impegnarsi seriamente per rimuovere le tante lacune della nostra Sanità Locale, che il Cittadino Utente è costretto a sopportare. Si chiede alle autorità in indirizzo di voler accertare fatti e responsabilità connessi a quanto esposto.

Filippo Santoro

 

 

La Sezione “Parliamone Insieme” è riservata a quanti hanno da dire qualcosa apponendo la propria firma agli scritti inviati alla Redazione. La Redazione controlla soltanto che non vi sia un linguaggio scurrile e offensivo. Chi si firma è responsabile del suo operato e solleva la Redazione da ogni responsabilità.

Commenti   

+2 #1 Nibbio55 2020-05-04 10:16
Certamente qualcuno si accorgerà prima o poi del contributo pressoché nullo dato dal Chiello in questa emergenza da COVID 19. Certamente ricoverare SOLO pazienti con tampone negativo quando non si ha la possibilità di fare i tamponi denota la gran voglia di lavorare di questi operatori che però percepiranno il premio COVID in fascia gialla (la seconda)
Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ti potrebbero interessare anche...

Seus 118: quanti problemi!

Seus 118: quanti problemi!

"Ci auspichiamo che a giugno, i turni, siano elaborati senza apportare criticità agli autisti soccorritori. Fin qui l'operato di...

Sanità: Quando ritornerà alla normalità l’attività dell’Umberto I ?

Sanità: Quando ritornerà alla normalità l’attività dell’Umberto I ?

Dopo quasi un mese rivolgiamo ai vertici dell’ASP di Enna la stessa domanda di allora. Quando sarà possibile il ritorno alla...

Giornata internazionale della biodiversità del 22 maggio 2020

Giornata internazionale della biodiversità del 22 maggio 2020

  Il Coordinamento nazionale docenti della disciplina dei diritti umani, in occasione della Giornata internazionale della biodiversità del 22 maggio 2020,...

Illuminazione Pubblica: Ferrari risponde alle accuse

Illuminazione Pubblica: Ferrari risponde alle accuse

  Il progetto è denominato “Affidamento della concessione avente ad oggetto la gestione, la manutenzione ordinaria e straordinaria dell’impianto di pubblica...