Parliamone insieme
DEDALOMULTIMEDIA
23-02-20

 

Guardiamo con preoccupazione la vicenda dei 58 lavoratori dell’ATO Rifiuti che ormai stanno vivendo una situazione drammatica e francesco Alloroinsopportabile, che da un lato non percepiscono stipendio da quasi tre anni e dall’altro lato non possono accedere a meccanismi salvaguardia e assistenza sociale. Riteniamo, al contrario di altre forze politiche, che l’accordo raggiunto tra SRR e sindacati meno la CGIL non rappresenti un passo in avanti. Il punto, infatti, non è assumere immediatamente le 24 unità per lo più non amministrative, ma trovare una soluzione per tutti i 58 dipendenti, i quali vivono una situazione ormai diventata insostenibile. Questi, a nostro avviso, potrebbero essere assunti dalla SRR a completamento organico, dalla società Ambiente e Territorio che potrebbe utilizzarli presso la discarica di Cozzo Vuturo o in altri impianti ad oggi non attivi come l’impianto di compostaggio di Dittaino o il CIR di Gagliano Castelferrato. Infine, anche dal momento in cui un pezzo della responsabilità di questa vicenda è della politica, la soluzione potrebbe anche essere determinata dall’assunzione, anche tenendo conto dei pensionamenti, delle restanti 34 persone da parte dei 19 comuni della SRR, il che non graverebbe nemmeno sui bilanci dei singoli comuni.

Ci auguriamo, in ogni caso, che il sindaco Licciardo, presidente della SRR nei confronti del quale riponiamo fiducia, possa risolvere definitivamente questa vicenda e che la politica tutta faccia un passo avanti rispetto a questa triste situazione. Infine, non per piaggeria, ci teniamo a manifestare la nostra assoluta vicinanza e solidarietà ai 58 lavoratori ed alle loro famiglie.

Italia Viva

Carmela Madonia

Francesco Alloro

 

La Sezione “Parliamone Insieme” è riservata a quanti hanno da dire qualcosa apponendo la propria firma agli scritti inviati alla Redazione. La Redazione controlla soltanto che non vi sia un linguaggio scurrile e offensivo. Chi si firma è responsabile del suo operato e solleva la Redazione da ogni responsabilità.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ti potrebbero interessare anche...

In Sicilia le tariffe idriche fra le più alte d’italia a fronte di un servizio poco efficiente

In Sicilia le tariffe idriche fra le più alte d’italia a fronte di un servizio poco efficiente

Con la decisione del Tar di Palermo, che ha decretato l’illegittimità degli atti deliberativi con cui la Regione Sicilia fissava...

Forum acque e beni comuni su aggiornamento dei Piani d'Ambito.

Forum acque e beni comuni su aggiornamento dei Piani d'Ambito.

  Nella difformità delle gestioni siciliane in cui ogni provincia fa caso a sé, il fatto che l'Assessorato a...

La Provincia di Enna si spopola sempre di più: 173.619 abitanti nel 2008, 168.917 nel 2016

 La Provincia di Enna si spopola sempre di più: 173.619 abitanti nel 2008, 168.917 nel 2016

Il Sud Italia si sta svuotando sempre di più e questa tendenza non prospetta altro che una progressiva desertificazione di...

Giornata mondiale della giustizia sociale 2020

 Giornata mondiale della giustizia sociale 2020

Il Coordinamento nazionale dei docenti della disciplina dei diritti umani celebra la Giornata mondiale della giustizia sociale del 20 febbraio...