Parliamone insieme
DEDALOMULTIMEDIA
23-02-20

 

No al depotenziamento della sanità ad Enna, no a penalizzazioni a servizi produttivi e ad alta intensità assistenziale che sono asp ennaessenziali per un territorio a rischio isolamento: le federazioni di categoria Fp Cgil, Fp Cisl e UilFpl provinciali chiedono l’indizione di un incontro tecnico con l’assessore regionale alla Salute Ruggero Razza, il sindaco di Enna nella qualità di presidente della conferenza dei sindaci e del direttore generale dell’Asp 4.

Tutto è contenuto in una lettera inviata, tra gli altri, all’Assessorato regionale nella quale si ripercorre quanto avvenuto in questi mesi a partire dalla presa d’atto delle variazioni intervenute sulla proposta di atto aziendale dell’Asp di Enna, in particolare per quanto riguarda il declassamento di alcune unità operative complesse, nonostante le stesse fossero soggette a verifica al trenta giugno del 2020. 

Una linea, quella di un rinvio dell’ipotesi di immediata applicazione del nuovo Atto aziendale, che era stata condivisa da Asp e sindaci del territorio, al fine di scongiurare tagli ad alcuni servizi ospedalieri ad elevata intensità assistenziale e con fattori di produttività in crescita, in particolare la pediatria, oltre alla otorinolatringoiatria e la dermatologia. Di fatto però questo non è bastato a scongiurare che si proseguisse sulla medesima linea, applicando nella realizzazione dell’Atto aziendale il concetto della “parità dei saldi” tra le diverse unità che, in ogni caso non avrebbe potuto né dovuto alterare lo spirito di tutela degli ospedali minori evitando di declassare, le scelte operate dalla programmazione di governo. Tale condizione, a nostro parere limita le già precarie condizioni generali di attrattività esterna, intesa quale mobilità attiva e tende a penalizzare ulteriormente chi si è prodigato per raggiungere livelli qualitativi di assoluta positività, per dovere verso la collettività, vista anche la difficile logistica ed a cautela dei servizi produttivi ed a cautela del diritto alla Salute della collettività. 

Per questo le segreterie confederali di Cgil, Cisl e Uil, insieme a Fp Cgil, Fp Cisl e UilFpl hanno incontrato il manager dell’Asp di Enna Iudica solo lo scorso 4 febbraio. Un confronto che ha consentito di trovare una linea comune “sulla rilevanza sociale di tali servizi, sull'indiscussa valenza strategica, sia sotto il profilo logistico che operativo dell'Ospedale di Enna e sulla circostanza che tale decisione potrebbe comportare un impatto negativo sul territorio, già depauperato e a forte rischio isolamento”. 

Prossima tappa, quindi, l’incontro con Razza, a difesa della sanità ennese.

Fp Cgil, Fp Cisl e UilFpl

La Sezione “Parliamone Insieme” è riservata a quanti hanno da dire qualcosa apponendo la propria firma agli scritti inviati alla Redazione. La Redazione controlla soltanto che non vi sia un linguaggio scurrile e offensivo. Chi si firma è responsabile del suo operato e solleva la Redazione da ogni responsabilità.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ti potrebbero interessare anche...

In Sicilia le tariffe idriche fra le più alte d’italia a fronte di un servizio poco efficiente

In Sicilia le tariffe idriche fra le più alte d’italia a fronte di un servizio poco efficiente

Con la decisione del Tar di Palermo, che ha decretato l’illegittimità degli atti deliberativi con cui la Regione Sicilia fissava...

Forum acque e beni comuni su aggiornamento dei Piani d'Ambito.

Forum acque e beni comuni su aggiornamento dei Piani d'Ambito.

  Nella difformità delle gestioni siciliane in cui ogni provincia fa caso a sé, il fatto che l'Assessorato a...

La Provincia di Enna si spopola sempre di più: 173.619 abitanti nel 2008, 168.917 nel 2016

 La Provincia di Enna si spopola sempre di più: 173.619 abitanti nel 2008, 168.917 nel 2016

Il Sud Italia si sta svuotando sempre di più e questa tendenza non prospetta altro che una progressiva desertificazione di...

Giornata mondiale della giustizia sociale 2020

 Giornata mondiale della giustizia sociale 2020

Il Coordinamento nazionale dei docenti della disciplina dei diritti umani celebra la Giornata mondiale della giustizia sociale del 20 febbraio...