Parliamone insieme
DEDALOMULTIMEDIA
23-01-20

 

Umberto Bossi sproloquia “giusto aiutare il sud ma a casa loro sennò straripano qui come gli africani” e tutti a ridere e a Bossisghignazzare. Il senatur non stava bevendo un buon bicchiere di rosso in una bella e confortevole taverna padana accanto verdi amiconi di merende infarcite di lauree albanesi o fondi, per così dire, impropri. Stava tenendo il suo bel discorso al congresso federale della Lega Nord a Milano. Ed era proprio a fianco di Matteo Salvini preoccupato quest'ultimo solo di tasteriate l'ennesimo post senza alzare gli occhi dal video. Non è uno stupido ed ha capito immediatamente che il suo caro amicone padano gli stava propinando una bella insalata. Non si è unito ai sghignazzi, e questo gli fa onore al cospetto di tanti maleducati, ma non ha neppure risposto per le rime come avrebbe dovuto fare un vero leader nazionale. E questo per chi sta al sud e ancora di più per i leghisti meridionali dovrebbe essere una sorta di peccato mortale. Invece niente, nessuno si è sentito offeso, tutti hanno calato la testa supinamente. Ho cercato disperatamente una reazione leghista targata Sicilia o Enna; ho trovato solo una serie di firme su un documento #processatecitutti. Per il fango in faccia del “Senatur” nulla. Che schifo. Che schifo. Che schifo. Lo ripeto e lo scrivo tre volte ma non basterebbero mille volte. Non punto il dito aprioristicamente contro chi ha fatto una scelta leghista, la democrazia è bella per questo è varia e c'è posto per tutti. Punto il dito contro chi la propria identità di siciliano e di meridionale la ha svenduta e messa sotto il culo solo per poter cavalcare l'onda lunga che oggi Salvini può offrire. Un seggio in parlamento, in un consiglio regionale o in un consiglio comunale lavano ogni affronto. Che schifo. Che schifo. Che schifo. La storia anche recente racconta che il grande male della politica nostrana è stata la genuflessione ai diktat romani. Chi vuole cambiare tutto oggi ha solo spostato indirizzo prima Roma, adesso Milano con l'aggravante dell'insulto.
Ripeto non demonizzo i leghisti meridionali, alcuni sono pure cari amici. Ma non posso stimare chi non ha amore per la propria terra. E l'amore esige prima di tutto rispetto.
Al senatur consiglierei di andare a guardare dei video, non a leggere libri capisco che è stancante ed è uno sport da lui poco apprezzato. Mi riferisco ai numerosi servizi dello scrittore-giornalista Pino Aprile sul furto continuo che dal 1861 ad oggi le regioni del nord, con il consenso di Roma-ladrona, perpetrano ai danni delle comunità del Sud. Se ha argomenti, cioè documenti, fatti seri e non insulti, risponda.

 

Paolo Di Marco

 

La Sezione “Parliamone Insieme” è riservata a quanti hanno da dire qualcosa apponendo la propria firma agli scritti inviati alla Redazione. La Redazione controlla soltanto che non vi sia un linguaggio scurrile e offensivo. Chi si firma è responsabile del suo operato e solleva la Redazione da ogni responsabilità.

Commenti   

+1 #1 siciliano del sud 2019-12-22 10:15
CHE SCHIFO, CHE SCHIFO, CHE SCHIFO.

LEGHISTI MERIDIONALI VERGOGNATEVI.
Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ti potrebbero interessare anche...

41°Anniversario dell’uccisione di Mario Francese

41°Anniversario dell’uccisione di Mario Francese

  Il Coordinamento Nazionale Docenti della Disciplina dei Diritti Umani intende riportare alla memoria di tutti la figura di Mario Francese,...

Crisi idrica ad Augusta: Federconsumatori offre assistenza ai cittadini

 Crisi idrica ad Augusta: Federconsumatori offre assistenza ai cittadini

Il perdurare della crisi idrica nel quartiere Isola di Augusta, dove circa diecimila cittadini da fine ottobre non possono usare...

Giornata Internazionale dell’Educazione

Giornata Internazionale dell’Educazione

  Il Coordinamento nazionale docenti della disciplina dei diritti umani in occasione del 24 gennaio, intende ricordare la Giornata Internazionale dell’Educazione....

Civ.Es lancia la sua proposta per le Amministrative 2020 di Enna: Maurizio Bruno candidato sindaco

Civ.Es lancia la sua proposta per le Amministrative 2020 di Enna: Maurizio Bruno candidato sindaco

Il polo civico Civ.Es, costituito da cittadini, associazioni, gruppi e movimenti appartenenti a diverse sfere del tessuto sociale cittadino, riunitosi...