Parliamone insieme
DEDALOMULTIMEDIA
20-11-19

In relazione alle inutili polemiche sorte per una mia dichiarazione nella quale accennavo ai flussi turistici e in particolar modo al luisa lantierifatto che Piazza Armerina, in questo momento, offra una ricettività superiore rispetto ad Aidone, intendo chiarire quanto segue. Per trasformare il turismo mordi e fuggi del nostro territorio in un turismo più stanziale occorre che i luoghi di interesse raggiungano una certa massa critica di visitatori, in pratica un livello  in grado di sollecitare gli investimenti privati nel settore della ricettività alberghiera. Un obiettivo su cui si si sta lavorando con qualche risultato a Piazza Armerina mentre Aidone ha da pochi anni iniziato questo percorso virtuoso al quale sto contribuendo con atti concreti.

In ogni caso ritengo che il campanilismo becero nel settore turistico, quest'ultimo regolato da precise leggi di mercato, non paghi. Piazza Armerina e Aidone rappresentano un un unico polo turistico in cui lo sfruttamento ottimale delle risorse  e la loro piena condivisione è alla base di uno sviluppo concreto dell'economia della zona. 

Le considerazioni poco realistiche da parte di chi ha voluto maliziosamente interpretare la mia dichiarazione mi hanno amareggiato.  Mi rendo conto che bastano poche righe scritte con chiari scopi denigratori, su un social notoriamente culla di false notizie e di odiosi attacchi alle persone, a screditare il lavoro svolto da anni a favore di Aidone, verso la cui collettività, che con orgoglio rappresento, ho sempre dimostrato affetto e per la quale mi sono prodigata con buon risultati. 

Già nel 2014 ero impegnata in tal senso quando nel mese di luglio portavo avanti le istanze per la valorizzazione del museo in una visita in presenza  dei dirigenti di allora nella persona del direttore del Parco Archeologico della Villa Romana , dottoressa Rosa Oliva, e del sovrintendente ai Beni Culturali di Enna, dottor Salvo Gueli.
Ero attivamente presente quando nel 2016 si è iniziato a parlare del polo regionale dei siti archeologici e quando si è trattato di riportare ad Aidone la Testa di Ade . La cerimonia di consegna ufficiale del reperto archeologico alla comunità aidonese,  fortemente voluta da me e dall'ex-assessore Carlo Vermiglio, rappresentò un momento importante in grado di richiamare l'attenzione dell'opinione pubblica nazionale. Ed è proprio in quell'occasione che dichiaravo la necessità di una promozione costante del territorio e delle sue risorse attraverso un piano strategico che coinvolgesse sia il pubblico che il privato. Sempre nel 2016, grazie ad un mio intervento, fu possibile a dicembre organizzare un'importante manifestazione dedicata al turismo che prendeva spunto dal settore  agroalimentare. 

Il mio interessamento ai problemi della collettività aidonese non è stato rivolto solo al settore turistico. E' stato infatti essenziale il mio intervento presso il Dipartimento regionale, per mantenere ad Aidone l'ufficio intercomunale dell'Agricoltura che era stato aggregato in un primo momento alla condotta agraria di Caltagirone. Voglio ricordare anche il mio interessamento per il finanziamento dei lavori sulla sp17 che, chiusa al traffico, stava creando numerosi problemi alle aziende della zona artigianale. Anche lo sport aidonese ha beneficiato del mio impegno per la città con un finanziamento per il campo sportivo di un milione e mezzo di euro.  

Ritornando ai temi turistici penso che molti ricorderanno, anche perchè la stampa ne ha memoria,  il mio intervento contro le dichiarazioni di Vittorio Sgarbi che intendeva rendere itinerante la Dea di Morgantina. 

Queste sono solo alcuni dei fatti che sottolineato il mio impegno per la collettività aidonese,  una collettività che mi onoro di poter servire e che ha sempre apprezzato il mio lavoro e mi ha sempre testimoniato sincero affetto. Se qualcuno pensa di strumentalizzare e manipolare le mie dichiarazioni per propri scopi personali sappia che ha sbagliato bersaglio e che sarà la stessa comunità aidonese ad isolarlo e a ridicolizzarlo 

On. Luisa Lantieri

 

 

La Sezione “Parliamone Insieme” è riservata a quanti hanno da dire qualcosa apponendo la propria firma agli scritti inviati alla Redazione. La Redazione controlla soltanto che non vi sia un linguaggio scurrile e offensivo. Chi si firma è responsabile del suo operato e solleva la Redazione da ogni responsabilità.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ti potrebbero interessare anche...

Qualità della vita: Gallo (Cisl) "da tempo avanziamo proposte "

   Qualità della vita: Gallo (Cisl) "da tempo avanziamo proposte "

  La recente ricerca di Italia Oggi, sulla qualità della vità registrata nelle 107 province italiane, evidenzia lo stato di difficoltà...

Giornata Mondiale dell’Infanzia

Giornata Mondiale dell’Infanzia

  Il Coordinamento Nazionale dei Docenti della Disciplina dei Diritti Umani, in occasione della Giornata Mondiale dell’Infanzia, intende dedicare la sua...

L'acqua alta di Venezia allarga la forbice Nord-Sud

 L'acqua alta di Venezia allarga la forbice Nord-Sud

  L'acqua alta tiene prigioniera Venezia e il suo patrimonio culturale è stato devastato. La prima conta dei danni dice oltre...

Lions Club Enna: “I giovani e la sicurezza stradale”

 Lions Club Enna: “I giovani e la sicurezza stradale”

  Il corretto, prudente e saggio stile di guida deve essere osservato da tutti, perché evita drammi e tragedie nei confronti...