Parliamone insieme
DEDALOMULTIMEDIA
20-11-19

La signora che non ha voluto affittare un'abitazione ad una ragazza di Foggia perchè meridionale ha fatto tre mila passi indietro. affittasi

Ha chiesto scusa dai microfoni de "La Zanzara" su Radio24, ripiego ripreso dai colleghi del giornale on line di Huffpost. Ha detto pure che in quel momento gli è partito il cervello, che lei non è razzista e che non è salviniana, anzi non è di nessun partito.

Insomma si è sconfessata fino al punto di ammettere di essere disposta ad affittare l'abitazione, anzi ha pure cercato la ragazza di Foggia.

A questo punto bisogna prendere atto della marcia indietro nella speranza che serva a ribadire che non esistono classifiche fra le persone, in questo mondo esistono uomini e donne, punto.

Politicamente invece c'è tanto da dire.

Sorprende che il leader leghista Matteo Salvini, sempre così presente tra i social, non abbia proferito parola al riguardo, non abbia preso minimamente le distanze.

Forse mi è sfuggita una sua nota a favore della ragazza foggiana, se è così chiedo venia e cancello tutto il seguito.

Ma in questo caso mi deve essere sfuggita anche una qualche presa di posizione della Lega come partito; se ha rinnegato il passato razzista, se oggi la visione di riferimento non si ferma più al perimetro padano questo è il momento di affermarlo cento volte e con forza. Sconfessando la signora e tutti coloro che in maglietta verde solidarizzano con lei. E invece niente, solo un imbarazzante silenzio, che dovrebbe essere mille volte più imbarazzante, vergogna quasi, per i leghisti meridionali.

Nessun verde condanna il fattaccio, nessun dito puntato contro la signora per aver sproloquiato, nessuno che rassicura che l'Italia è una e che Nord e Sud sono semplicemente riferimenti geografici. Viene da pensare.

Non dubito che le affermazioni della signora sono in netta minoranza fra chi vive al Nord, ma che percentuale hanno dentro chi si sente leghista?

Paolo Di Marco

Commenti   

+1 #1 Vincenzo 2019-09-16 20:58
Tra i leghisti del nord, il razzismo verso i meridionali è ancora vivo e vegeto.
Qualche migliaio di hashtag aveva convinto i meridionali del fatto che, stavolta, sarebbero arrivati prima di qualcun altro pure loro. Almeno prima dei rom e dei ne*ri.

E invece no, la signora milanese, lo dice chiaro e tondo: “Io sono leghista e salviniana, sono razzista, per me i meridionali sono come i ne*ri e i rom, nel 2019 come nel 4000”.
Per i leghisti meridionali dev’essere stato proprio brutto, sentirselo dire così.

Ci sono milioni di persone che, per anni. hanno votato Lega perché volevano sentirsi migliori di voi, amici leghisti del sud. Gli facevate schifo.
Come a voi, oggi, fanno schifo gli africani e i rom, uguale uguale.

Terr*ni eravate e terr*ni siete rimasti, pure se votate Lega per sentirvi “migliori” di qualcuno più sfigato di voi.
Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ti potrebbero interessare anche...

Qualità della vita: Gallo (Cisl) "da tempo avanziamo proposte "

   Qualità della vita: Gallo (Cisl) "da tempo avanziamo proposte "

  La recente ricerca di Italia Oggi, sulla qualità della vità registrata nelle 107 province italiane, evidenzia lo stato di difficoltà...

Giornata Mondiale dell’Infanzia

Giornata Mondiale dell’Infanzia

  Il Coordinamento Nazionale dei Docenti della Disciplina dei Diritti Umani, in occasione della Giornata Mondiale dell’Infanzia, intende dedicare la sua...

L'acqua alta di Venezia allarga la forbice Nord-Sud

 L'acqua alta di Venezia allarga la forbice Nord-Sud

  L'acqua alta tiene prigioniera Venezia e il suo patrimonio culturale è stato devastato. La prima conta dei danni dice oltre...

Lions Club Enna: “I giovani e la sicurezza stradale”

 Lions Club Enna: “I giovani e la sicurezza stradale”

  Il corretto, prudente e saggio stile di guida deve essere osservato da tutti, perché evita drammi e tragedie nei confronti...