Parliamone insieme
DEDALOMULTIMEDIA
18-09-19

Il Coordinamento nazionale dei docenti della disciplina dei diritti umani, in occasione della divulgazione dei dati relativi alle iscrizioniscuola banchi vuoti in tutte le scuole siciliane da parte dell’USR Sicilia (-5.478 scuola primaria; -3.271 scuola media; -2.785 scuola secondaria), da cui si evince la drammatica situazione del Sud d’Italia in termini di emigrazione crescente, di riduzione delle nascite, di emarginazione e degrado sociale.

Il dato conferma le proiezioni fatte nel mese di marzo dal MIUR secondo le quali le regioni meridionali avrebbero fatto registrare in Italia la riduzione di iscrizioni più elevata; contrazione che nel corso degli anni sembra ormai inarrestabile. Secondo il rapporto del MIUR dei 69.256 alunni in meno oltre 51mila sarebbero spariti nelle regioni meridionali: 15.500 in meno in Campania e 11mila in Puglia.

A evidenziare ulteriormente la situazione catastrofica demografica sono state le proiezioni dell’Istat sulla popolazione residente, tra dieci anni, gli italiani in età scolare saranno 820mila unità in meno.

Il Coordinamento, vista la situazione di emergenza sociale e l’urgenza di sviluppare al più presto politiche attive di contenimento e miglioramento della situazione socio-economica meridionale chiede l’elaborazione di un piano di rientro per i docenti esiliati dalla legge 107/2015 e di finanziamento per incrementare risorse umane nelle zone più arretrate del Mezzogiorno nella maniera più tempestiva possibile.

Ricordiamo che lo stipendio mensile di un insegnante in ingresso (scuola media e superiore anni di servizio 0 -8 € 1.350; scuola infanzia e primaria anni di servizio 0 -8 €1.262) non permette di poter garantire un benessere economico decoroso alla famiglia se fuorisede.

Inoltre chiediamo l’utilizzo della Carta del Docente per poter ammortizzare i costi dei viaggi per il personale esiliato o in prima istanza un aumento dello stipendio che non sia risibile.

Prof. Romano Pesavento

Presidente CNDDU

 

 

La Sezione “Parliamone Insieme” è riservata a quanti hanno da dire qualcosa apponendo la propria firma agli scritti inviati alla Redazione. La Redazione controlla soltanto che non vi sia un linguaggio scurrile e offensivo. Chi si firma è responsabile del suo operato e solleva la Redazione da ogni responsabilità.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ti potrebbero interessare anche...

Giornata Internazionale della Pace

Giornata Internazionale della Pace

  Il Coordinamento Nazionale dei Docenti della disciplina dei Diritti Umani in occasione dell’International Day of Peace, che si celebra il...

Lantieri: “ il campanilismo becero sul turismo non paga”

Lantieri: “ il campanilismo becero  sul turismo non paga”

In relazione alle inutili polemiche sorte per una mia dichiarazione nella quale accennavo ai flussi turistici e in particolar modo...

Un primo passo verso la ridefinizione della dignità del docente (e delle retribuzioni)

 Un primo passo verso la ridefinizione della dignità del docente (e delle retribuzioni)

  Il Coordinamento nazionale docenti disciplina diritti umani, in considerazione, della scarsa attenzione dimostrata dai precedenti Governi in materia di adeguamento...

Sanità – Ad Enna approvato un atto aziendale diverso da quello proposto: è mancato il coraggio di osare di più

Sanità – Ad Enna approvato un atto aziendale diverso da quello proposto: è mancato il coraggio di osare di più

  Fp Cgil, Cisl Fp, Fials Confsal, Nursind ed Ugl evidenziano come sia stato alla fine approvato un atto diverso da...