Parliamone insieme
DEDALOMULTIMEDIA
18-09-19

 

Dopo lo stato di agitazione degli operatori del 118 Sicilia, nella giornata di oggi, presso la sede  della Direzione, SEUS  sita fialsnell'Assessorato Regionale della Salute di Siracusa, si è tenuto un incontro programmatico tra l'Azienda Sanitaria e le Organizzazioni Sindacali. Presenti il Direttore Generale Dr. Davide Croce ed il Vice Presidente del C.d.A. Dr. Pietro Marchetta. Presente il sindacato di categoria FIALS, con il Segretario Regionale, Alessandro Idonea e  Mimmo Bruno del coordinamento Regionale, nonché Presidente Provinciale Fials di Palermo

Varie le questioni affrontate e  tematiche che ancora ad oggi non riescono a concretizzarsi dopo vari interlocuzioni scritte e dettate nei tempi. Gli operatori sanitari lamentano il problema del Credito/Debito sul monte banca ore per il periodo che và dal  2010 al 2019, ore di lavoro maturate dagli Autisti/Soccorritori e non certamente dettate e/o approvate dal CCNL in vigore. A tal proposito è stata consegnata una tabella riassuntiva e dettagliata dall'Azienda, per riepilogare la situazione in atto  del credito orario che varia sui due periodi annuali 2018-19 che sarà pagato per intero in quanto inserito in bilancio e quello del 2010 al 2017 che sarà saldato attraverso i 4 mln di euro a disposizione.

Altro tema, riguarda la fornitura e consegna del DPI, che avverrà in tempi brevi , mentre per le calzature si dovrà attendere la gara d'appalto, così come è prevista altrettanta gara per l'acquisto di 200 ambulanze, con capitolato già approvato. Entro tale mese dovrà essere riaperta la trattativa per il nuovo Contratto Integrativo Aziendale. Differente dibattito e da non da sottovalutare, è stato quello della distribuzione del personale all'interno dell'Azienda, dove il Dott. Croce ha ribadito la volontà di assegnare il personale nei bacini e non nelle province, con parere distorto del sindacato FIALS in quanto, creerebbe disagi e pericoli al personale, visto che si tratta di mobilitazione dei lavoratori all'interno del bacino, su questo tema ci saranno dei nuovi aggiornamenti e rivisitazione .

Il FIALS ha ribattuto la problematica di migliorare e rafforzare il personale, viste le assenze che possono nascere dagli attuali operatori, così come è intenzione di introdurre il Welfare Aziendale per agevolare i dipendenti su situazioni personali e familiari come borse di studio, polizze sanitarie. Incontro che dovrebbe pianificare una problematica che dura da molto tempo e ribadire l'intento di migliorare sempre di più le condizioni precarie che il personale sanitario del 118 vive giornalmente, dando operatività ad un settore vitale e, non indifferente.

Antonio David

 

 

La Sezione “Parliamone Insieme” è riservata a quanti hanno da dire qualcosa apponendo la propria firma agli scritti inviati alla Redazione. La Redazione controlla soltanto che non vi sia un linguaggio scurrile e offensivo. Chi si firma è responsabile del suo operato e solleva la Redazione da ogni responsabilità.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ti potrebbero interessare anche...

Giornata Internazionale della Pace

Giornata Internazionale della Pace

  Il Coordinamento Nazionale dei Docenti della disciplina dei Diritti Umani in occasione dell’International Day of Peace, che si celebra il...

Lantieri: “ il campanilismo becero sul turismo non paga”

Lantieri: “ il campanilismo becero  sul turismo non paga”

In relazione alle inutili polemiche sorte per una mia dichiarazione nella quale accennavo ai flussi turistici e in particolar modo...

Un primo passo verso la ridefinizione della dignità del docente (e delle retribuzioni)

 Un primo passo verso la ridefinizione della dignità del docente (e delle retribuzioni)

  Il Coordinamento nazionale docenti disciplina diritti umani, in considerazione, della scarsa attenzione dimostrata dai precedenti Governi in materia di adeguamento...

Sanità – Ad Enna approvato un atto aziendale diverso da quello proposto: è mancato il coraggio di osare di più

Sanità – Ad Enna approvato un atto aziendale diverso da quello proposto: è mancato il coraggio di osare di più

  Fp Cgil, Cisl Fp, Fials Confsal, Nursind ed Ugl evidenziano come sia stato alla fine approvato un atto diverso da...