Parliamone insieme
DEDALOMULTIMEDIA
09-07-20

dunarea de jos 2020

 

Le manovre elettorali sono iniziate e con esse arrivano i primi colpi bassi della Giunta Dipietro che, ancora una volta, si è esibita m5s mato e solfatonella parte in cui più di tutte eccelle, quella di rigirare la frittata per scaricare le proprie responsabilità sugli altri.

Le tante azioni bloccate, a loro dire, dai gruppi di opposizione dipendono semmai dal fatto che, come chiediamo da 4 anni, il bilancio consuntivo dovrebbe essere approvato  prima del preventivo e non due mesi dopo. È per questo motivo, e quindi per l’inefficienza di quest’Amministrazione, che siamo senza un Ingegnere Capo da un mese e mezzo. L’Ufficio Tecnico è, infatti, rimasto scoperto da questa carica anche tutto il mese di luglio, mese altrettanto importante per il completamento dei lavori pubblici, ma di tutto ciò l’Amministrazione si è guardata bene dal dare notizia alla cittadinanza. E sempre dalla mancanza del Consuntivo dipende il mancato sostegno alle attività commerciali, che avrebbe una sua utilità se arrivasse all’inizio e non alla fine della bella stagione, che da noi dura meno che nelle altre città siciliane. 

Ma il colpo più basso e spregevole è stato raggiunto con l’accusa di voler bloccare le stabilizzazioni ASU, attese da circa un ventennio e che, tuttavia, ancora sono destinate ad attendere la ripresa dei lavori dell’ARS. 

A tutto ciò si aggiunge il fatto che non è stato tenuto in alcun conto quanto da noi proposto da tempo, e cioè di portare il Consuntivo in aula entro il 10 agosto, data in cui sarebbe stato possibile garantire la nostra presenza. Al contrario a mezzo stampa si anticipava la data del 12, prima ancora di avere convocato la Commissione dei Capigruppo. 
Altrettanto ignobile è stato il rifiuto da parte dei capigruppo di maggioranza di calendarizzare in Consiglio il Bilancio per la prima data utile dopo la  ripresa dei lavori, e cioè per il 28 agosto, lasciando così il consuntivo nel limbo.

In sintesi, l’Amministrazione Dipietro mente sapendo di mentire, per poter addossare ad altri la responsabilità delle proprie omissioni. È già successo con la questione dei dipendenti della Ecoennaservizi, con il Bando Periferie e addirittura con la minaccia di non poter svolgere le festività della Patrona a seguito dei nostri tagli alla tassazione locale, ma si è trattato dei soliti ricatti psicologici a cui spesso ricorre questa Amministrazione. L’unica consolazione è che siamo certi che i cittadini liberi sappiano riconoscere i vecchi metodi da campagna elettorale, tipici della Giunta Dipietro, che si sta solo riscaldando. Non abbiamo dubbi che nei prossimi mesi assisteremo ad altri colpi bassi, perché questa è l’unica cosa che sanno fare, attaccano per difendersi, tra l'altro sulla pelle dei lavoratori e delle loro famiglie.

Cinzia Amato e Davide Solfato

Consiglieri Comunali M5S

 

La Sezione “Parliamone Insieme” è riservata a quanti hanno da dire qualcosa apponendo la propria firma agli scritti inviati alla Redazione. La Redazione controlla soltanto che non vi sia un linguaggio scurrile e offensivo. Chi si firma è responsabile del suo operato e solleva la Redazione da ogni responsabilità.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ti potrebbero interessare anche...

Cisl: Panoramica di Enna le istituzioni non si scusano del ritardo di 11 anni

Cisl: Panoramica di Enna le istituzioni non si scusano del ritardo di 11 anni

{jcomments off}Dopo 11 lunghi anni di attesa e forte penalizzazione del territorio, lo scorso 6 luglio è stato presentato il...

Ricordando il Presidente della Repubblica Sandro Pertini

Ricordando il Presidente della Repubblica Sandro Pertini

  Il Coordinamento nazionale docenti della disciplina dei diritti umani ritiene fondamentale segnalare che l'8 luglio del 1978, fu eletto Presidente...

Enna - Coordinamento liste Dipietro Sindaco giudica e critica gli avversari

Enna - Coordinamento liste Dipietro Sindaco giudica e critica gli avversari

{jcomments off} Noi continuiamo sulla stessa strada, la strada dell’impegno amministrativo che ha cementato il nostro stare assieme, oltre ogni appartenenza...

Enna – Sedotti e abbandonati gli abitanti di Piano Monelli

Enna – Sedotti e abbandonati gli abitanti di Piano Monelli

I Cittadini residenti e/o proprietari di fondi, della zona ex Piano Monelli dimenticati e trattati come cittadini di serie C....