Parliamone insieme
DEDALOMULTIMEDIA
18-09-19

 

Alla luce delle recenti notizie secondo le quali l'Assemblea dei Sindaci avrebbe deliberato di affidare la gestione del servizio idrico federconsumatoriintegrato in provincia ad una S.p.A. a capitale pubblico, Federconsumatori Agrigento ribadisce che l'unica forma societaria che garantirebbe un’amministrazione partecipata, efficiente ed economica di questo indispensabile bene è quella dell'Azienda Speciale Consortile.

Come si ricorderà questa opzione era emersa durante il convegno di Federconsumatori Sicilia e del Forum siciliano dei movimenti per l’acqua, del 23 febbraio scorso ad Agrigento, in quanto la scelta della Azienda Speciale Consortile partecipativa consente di perseguire il pubblico interesse in piena autonomia gestionale e seguire criteri di economicità.

Una A.S.C. infatti mira al pareggio di bilancio, reinvestendo gli utili nell'innovazione, nella manutenzione, nella ricerca, nel miglioramento del servizio e delle infrastrutture, nella tutela della salute e dell’ambiente.

Una S.p.A. al contrario ha come obiettivo principale quello di far profitto sull’acqua, sia essa gestita da soci pubblici, da soci privati o da un mix di pubblico e privato.


Federconsumatori, per questo, chiede le ragioni di questo cambio di forma societaria che, rispetto a quanto affermato e condiviso il 23 febbraio, rappresenta un vero e proprio ribaltone. 

L’Azienda Speciale Consortile partecipativa rimane l’unica soluzione possibile per chiudere definitivamente col passato e consentire alle comunità locali di essere parte attiva nella gestione pubblica dell’acqua.


Il Presidente Regionale Federconsumatori
Alfio La Rosa

 

 

La Sezione “Parliamone Insieme” è riservata a quanti hanno da dire qualcosa apponendo la propria firma agli scritti inviati alla Redazione. La Redazione controlla soltanto che non vi sia un linguaggio scurrile e offensivo. Chi si firma è responsabile del suo operato e solleva la Redazione da ogni responsabilità.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ti potrebbero interessare anche...

Giornata Internazionale della Pace

Giornata Internazionale della Pace

  Il Coordinamento Nazionale dei Docenti della disciplina dei Diritti Umani in occasione dell’International Day of Peace, che si celebra il...

Lantieri: “ il campanilismo becero sul turismo non paga”

Lantieri: “ il campanilismo becero  sul turismo non paga”

In relazione alle inutili polemiche sorte per una mia dichiarazione nella quale accennavo ai flussi turistici e in particolar modo...

Un primo passo verso la ridefinizione della dignità del docente (e delle retribuzioni)

 Un primo passo verso la ridefinizione della dignità del docente (e delle retribuzioni)

  Il Coordinamento nazionale docenti disciplina diritti umani, in considerazione, della scarsa attenzione dimostrata dai precedenti Governi in materia di adeguamento...

Sanità – Ad Enna approvato un atto aziendale diverso da quello proposto: è mancato il coraggio di osare di più

Sanità – Ad Enna approvato un atto aziendale diverso da quello proposto: è mancato il coraggio di osare di più

  Fp Cgil, Cisl Fp, Fials Confsal, Nursind ed Ugl evidenziano come sia stato alla fine approvato un atto diverso da...