Parliamone insieme
DEDALOMULTIMEDIA
12-12-19

La recente sentenza di condanna del Comune per comportamento antisindacale evidenzia ancora una volta le modalità con cui pdopera l’amministrazione Dipietro. Tra le righe del dispositivo si apprende l’omessa informazione preventiva sul Piano Triennale del fabbisogno del personale, operato ai danni dell’organizzazione sindacale, in questo caso, la CGIL. In diverse occasioni abbiamo avuto modo di denunciare pubblicamente il “modus operandi” della giunta di Governo, la quale in ogni circostanza della vita dell’ente non perde occasione per distinguersi in atteggiamenti arroganti e di chiusura. Lamentiamo ormai questa condotta da anni, senza che la stessa ne ponga rimedio, arrecando danni all’intera collettività ed ai soggetti terzi coinvolti. Numerosi sono gli esempi annoverabili a tale fattispecie, dalle delibere giunte in consiglio comunale senza una preventiva analisi, atti deliberativi mascherati dal carattere d’urgenza, assenza di programmazione trasformata in termini perentori, richieste di audizione di cittadini reiterate nel tempo e puntualmente ignorate, attacchi gratuiti agli anziani i quali sono dovuti ricorrere alla giustizia amministrativa per avere riconosciuto un diritto, ed ancora assenza di concertazione nei tavoli istituzionali in settori importanti come quello delle politiche sociali, petizioni partecipate come quella inerente alla viabilità, anch’essa ignorata e relativo esposto al prefetto da parte dei promotori. Ma ciò per cui esprimiamo particolare preoccupazione è l’atteggiamento di isolamento istituzionale attuato dall’amministrazione, la quale ad inizio legislatura aveva dichiarato la “casa comune” aperta ai fabbisogni del cittadino. Riteniamo tale condotta non più sostenibile, pertanto ci attiveremo, attraverso un documento da discutere in consiglio comunale, affinchè l’amministrazione Dipietro operi una tendenziale inversione di rotta.

Il Capogruppo Pd

al consiglio comunale di Enna

Paolo Timpanaro

 

 

La Sezione “Parliamone Insieme” è riservata a quanti hanno da dire qualcosa apponendo la propria firma agli scritti inviati alla Redazione. La Redazione controlla soltanto che non vi sia un linguaggio scurrile e offensivo. Chi si firma è responsabile del suo operato e solleva la Redazione da ogni responsabilità.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ti potrebbero interessare anche...

U.P.P.I.: Sbagliato prorogare la cedolare secca sui negozi

U.P.P.I.: Sbagliato prorogare la cedolare secca sui negozi

  L’U.P.P.I. (Unione Piccoli Proprietari Immobiliari n-d-r-) esprime preoccupazione per la decisione del Governo Conte, di annullare la cedolare secca al...

Giornata internazionale dei diritti umani

Giornata internazionale dei diritti umani

  Il 10 dicembre si celebra la storica istituzione della Giornata internazionale dei diritti umani. A 71 anni dalla proclamazione e...

Tocca al nuovo gruppo dirigente ricostituire un tessuto di relazioni e di rapporti

Tocca al nuovo gruppo dirigente ricostituire un tessuto di relazioni e di rapporti

  La fase congressuale che si è conclusa il 6 dicembre 2019 con la celebrazione del Congresso Provinciale è stata un’occasione...

Enna – La Nord Sud va rifinanziata per intero

Enna – La Nord Sud va rifinanziata per intero

  L’assemblea congressuale del PD riunita giorno 6 dicembre 2019, presso l’aula magna dell’I.I.S. “A. Lincoln” di Enna, per eleggere il...