Parliamone insieme
DEDALOMULTIMEDIA
18-06-19

dunarea 2019 2020

 

La vicenda inerente l’installazione dell’impianto semaforico presso il tratto stradale che conduce all’ospedale rot trafficoUmberto I° merita una profonda riflessione circa modalità, tempi di intervento e determinazioni politiche assunte. Tale circostanza non solo rasenta del grottesco ma evidenzia, inequivocabilmente, il grado di superficialità ed approssimazione dell’azione amministrativa della giunta Dipietro. L’installazione del suddetto semaforo, per quanto ci riguarda, viola palesemente gli articoli del Codice della Strada, i quali in nessun caso prevedono che all’interno di una rotonda venga predisposta l’apparecchiatura in oggetto, tale evenienza è aggravata dalla presenza in loco di un presidio ospedaliero il quale risulta interessato da un importante flusso veicolare che condiziona il passaggio dei mezzi di soccorso, pertanto se di attraversamento pedonale vogliamo discutere, doveva quantomeno prevedersi una corsia preferenziale per le ambulanze ed i mezzi diretti al nosocomio. Ma ciò che rende questo episodio ancor più preoccupante è la dichiarazione dell’Assessore alla viabilità Scillia il quale dichiara di non sapere nulla a tal riguardo e che l’iter inerente le autorizzazioni è stato curato in modo esclusivo dall’Ufficio Tecnico, reo di non aver comunicato i passaggi in parola né alla parte politica né al comandante della Polizia Municipale dott. Blasco, a cui va tutta la nostra solidarietà personale e politica per l’egregio lavoro che svolge quotidianamente nel nostro territorio. A questo punto sono tanti gli interrogativi che ci poniamo, in primo luogo: veramente l’Assessore alla viabilità e l’Assessore all’urbanistica dopo aver vantato la realizzazione della rotonda di cui parliamo non erano a conoscenza dei fatti ? Realmente l’Ufficio Tecnico non ha comunicato l’avvio dei lavori in oggetto ? Se è stato chiesto un parere preventivo da parte dei responsabili dell’attività commerciale prospiciente il tratto stradale in questione ed a seguito di un sopralluogo dei Vigili Urbani è stato espresso un parere vincolante, perché si è proceduto comunque all’installazione del semaforo ? Auspichiamo che a questi interrogativi risponda l’amministrazione comunale, a seguito di un atto ispettivo che la nostra forza politica depositerà presso l’Ufficio di Presidenza del Consiglio. Riteniamo, infine, che i fatti accaduti siano di estrema gravità, sia dal punto di vista gestionale in quanto non vi è comunicazione tra i vari dirigenti in forza al comune di Enna, ed in questo caso specifico riteniamo che molto abbia inciso la scelta politica del Sindaco Dipietro di affidarsi ad un Ing. Capo part time il quale è presente in ufficio solo 2 giorni a settimana, sia dal punto di vista politico in quanto non è concepibile che un amministratore non sappia ciò che succede nella propria città. Per tutte queste motivazioni chiediamo l’immediata revoca dell’autorizzazione in oggetto al fine di scongiurare ben più gravi incidenti, se ciò non dovesse concretizzarsi in breve tempo valuteremo azioni politiche più drastiche ed incisive.

Paolo Timpanaro

Capogruppo PD al consiglio comunale

La Sezione “Parliamone Insieme” è riservata a quanti hanno da dire qualcosa apponendo la propria firma agli scritti inviati alla Redazione. La Redazione controlla soltanto che non vi sia un linguaggio scurrile e offensivo. Chi si firma è responsabile del suo operato e solleva la Redazione da ogni responsabilità.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ti potrebbero interessare anche...

Bilancio: M5S Enna: “l’apertura di Dipietro serve solo ad ottenere la maggioranza”

Bilancio: M5S Enna: “l’apertura di Dipietro serve solo ad ottenere la maggioranza”

Con l'ultimo bilancio previsionale, ancora una volta  l’Amministrazione Dipietro ha dimostrato di essere aperta solo con chi ha contrattato per...

Bilancio: Pd “assieme a 5Stelle e Patto per Enna stiamo lavorando per dare più servizi alla città”

 Bilancio: Pd “assieme a 5Stelle e Patto per Enna stiamo lavorando per dare più servizi alla città”

  La discussione inerente il bilancio previsionale 2019 affrontata ieri in consiglio comunale ha visto il ripetersi, per l’ennesima volta, delle...

Potenziare l’insegnamento dell’Educazione civica come strumento di legalità

Potenziare l’insegnamento dell’Educazione civica come strumento di legalità

Il Coordinamento Nazionale Docenti della disciplina dei Diritti Umani, visto l’inizio dei lavori al Senato, previsto per giorno 13 giugno,...

L’esperienza del fallimento dell’ATO Ennaeuno non ha insegnato nulla. Si continuano a violare le leggi

L’esperienza del fallimento dell’ATO Ennaeuno non ha insegnato nulla. Si continuano a violare le leggi

  L’amministratore della Progitec Srl è stato arrestato unitamente al sindaco di San Pietro Clarenza, mentre agli arresti domiciliari sono stati...